domenica 24 marzo 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 2 minuti 5.682 visite
mar 5 mar 2019 12:44 ~ ultimo agg. 6 mar 15:42
Print Friendly, PDF & Email
2 min 5.682
Print Friendly, PDF & Email

 

Il gruppo si chiama Ubriachi di Gas e in pochi giorni ha raccolto su facebook quasi 1.500 adesioni (ma il conteggio è in continuo aggiornamento). Raccoglie le proteste contro l’impennata delle ultime bollette del gas relative al bimestre dicembre gennaio. Sulla pagina c’è chi ha postato la foto della propria bolletta: una coppia di anziani con un “salasso” da 1500 euro o un ex poliziotto con un conto da 750 euro solo per fare qualche esempio. C’è anche chi confronta la bolletta del 2019 con quella del 2018 evidenziando differenze da centinaia di euro in più. C’è chi minaccia di stracciare il contratto con Sgr che ha proposto un incontro aperto anche alle associazioni dei consumatori. L’impennata però avrebbe delle ragioni tecniche ben precise, spiega alla trasmissione di Icaro Tempo Reale, il responsabile commerciale della Società Gas Rimini, Lorenzo Pastesini: colpa di un gennaio freddo e del caro tariffe. A Gennaio 2019 la temperatura media è stata di 2,7 gradi contro i 5,7 del 2018 e “ogni grado in meno di temperatura – spiega – statisticamente significa +7% di consumi, quindi è ipotizzabile un aumento di consumi fra il 15 e 20%“. Ma giocano la loro parte anche le tariffe. “Nel 1° trimestre 2019 c’è stato un aumento dell’11% sul primo trimestre 2018” rileva Pastesini. Cifre uguali per tutti i soggetti del settore, precisa, ricordando che accise, Iva e quant’altro sono determinate dallo Stato e non da Sgr che agisce solo da sostituto di imposta

. L’intervista integrale a Lorenzo Pastesini (Sgr)

I clienti SGR possono chiedere chiarimenti al numero verde 800 900 147, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17 e il sabato dalle 8 alle 13.

Federconsumatori Rimini ha chiesto un incontro sul tema ad SGR Servizi. Molte le segnalazioni arrivate all’associazione da parte dei consumatori che, in alcuni casi, hanno chiesto anche la rateizzazione delle somme imputate nelle bollette.
Per informazioni 0541/779979, dal lun. al ven. dalle 09.00 alle 12.00 o via e.mail all’indirizzo di posta elettronica segreteria@federconsumatoririmini.it.

Notizie correlate
Federazione Auto Motoristica Sammarinese

Premiati piloti e navigatori FAMS per la stagione 2018

di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna