mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Leonardo Acori alla vigilia di Rimini-Albinoleffe
di Roberto Bonfantini   
lettura: 3 minuti
ven 7 dic 2018 12:55 ~ ultimo agg. 8 dic 14:02
Print Friendly, PDF & Email
3 min 750
Print Friendly, PDF & Email

Il Rimini vuole rialzare la testa dopo i due stop di fila arrivati a Fano e Terni. I biancorossi tornano nel loro fortino, quel “Romeo Neri” dove riescono ad esprimersi e raccogliere risultati decisamente meglio che in trasferta.

Domani (sabato) arriva l’Albinoleffe, avversario diretto nella lotta per non retrocedere. I lombardi, penultimi in classifica con 11 punti (contro i 15 dei romagnoli) sono i mister X del girone B di serie C, avendo collezionato ben 8 pareggi nelle 14 partite finora disputate. Calcio d’inizio alle 14:30 (diretta testuale su Newsrimini).

La vigilia del tecnico del Rimini, Leonardo Acori.

“Noi dobbiamo pensare a quello che dobbiamo fare noi – attacca Acori: noi dobbiamo fare una grande prestazione sotto tutti i lati: tatticamente, tecnicamente, di carattere, come siamo stati in grado di fare in altre occasioni, come contro la Fermana o nella mia prima partita con il Sudtirol. Dobbiamo essere una squadra che non si lascia condizionare dall’andamento della gara, ma che determina l’andamento della gara”.

Sull’avversario. “È una squadra tosta. Li ho visti anche con la Fermana: era la prima partita di Michele Marcolini, quindi è stata più giocata sullo scontro fisico che dal punto di vista tecnico, però è una squadra che fuori casa ha preso punti. Paradossalmente ha perso più in casa che fuori”.

Guiebre non partirà dal primo minuto. “Guiebre si è allenato un po’, la botta al perone fortunatamente non ha procurato fratture. Subentrerà probabilmente a partita in corso. Non è questione di chi gioca e chi non gioca, ma di fare una partita all’altezza dei ragazzi. Io in questa squadra credo molto: può e deve essere più continua nell’arco dei 90 minuti”.

C’è un clima diverso attorno alla squadra rispetto a tre anni fa? “Anche adesso c’è un clima un po’ di scetticismo. Però secondo me la squadra fino adesso è nella zona salvezza, a questo punto sarebbe salva. Non abbiamo fatto ridere nelle 14 partite finora giocate. Mi sembra che ci siano delle aspettative un po’ troppo forti e troppo ottimistiche. Noi dobbiamo avere un carattere per cui ci dobbiamo credere sempre ed essere ottimisti, però se si esagera si creano delle aspettative per cui i tifosi credono che questa squadra possa fare chissà cosa. Questa squadra deve fare un buon campionato e mettere in mostra 3-4 giovani interessanti. Se uno vuol bene al Rimini lo deve dimostrare in queste circostanze. Se mettiamo paura ai giocatori per me è una cosa molto molto negativa”.

Arlotti ha dimostrato di aver recuperato appieno. “Arlotti sta bene, non ha tutta la partita perché è stato fuori 40 giorni, ma ha un fisico particolare, che può dare tanto. Ha sempre lavorato, facendo lavori specifici, ma ha sempre lavorato”.

Guiebre non partirà titolare. “Guiebre dall’inizio non giocherà”.

Sulla scarsa vena offensiva delle ultime giornate. “Bisogna migliorare: quando ci sono i cross dobbiamo essere con più giocatori nell’area avversaria: ce ne vogliono 3 e 4, più uno fuori, se dentro l’area ce n’è uno solo è difficile fare gol. Dobbiamo presidiare di più l’area. Dobbiamo essere più convinti: quando siamo in fase offensiva dobbiamo attaccare con più uomini”.

Ancora sull’Albinoleffe. “La partita con la Fermana è stata una partita molto basata sulla forza fisica. Ma nel nostro campionato prima di tutto devi essere preparato allo scontro agonistico: devi avere una grande determinazione e grinta. Se non vai convinto, come abbiamo visto, il gol prima o poi fuori casa lo prendi”.

La partita di Fano non è proprio andata giù al condottiero dei biancorossi. “Ho parlato con De Canio (allenatore della Ternana, ndr) e anche loro a Fano non hanno potuto giocare. Noi a Fano abbiamo giocato male, abbiamo tirato due volte in porta. Sul cross di Simoncelli ci poteva essere un colpo di testa di Volpe. In casa la squadra ha risposto molto bene e secondo me domani farà una grande prestazione”.

Ancora una settimana “piena” per il Rimini. “Abbiamo fatto sabato-martedì-sabato, adesso rifaremo sabato-martedì-sabato. Tutti i ragazzi devono sentirsi coinvolti in questo progetto, sicuramente ci sarà un po’ di turnover in tutte le partite”.

La partita con l’Albinoleffe sarà però particolarmente importante. “Tutte le partite sono da non sbagliare, questa ancora di più perché è uno scontro diretto. Ma noi dobbiamo avere la mentalità per andare a giocare con la giusta concentrazione e determinazione tutte le partite”.

Due gli assenti in casa romagnola. “Sono out Bandini, che ha accusato un infortunio a Terni, dove è uscito all’inizio del secondo tempo, e Viti, che ha l’influenza”.

LA 15a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA

Quest’anno la trasmissione di Icaro Sport “Calcio.Basket” premierà il gol più bello del Rimini FC nella stagione del ritorno in serie C.

L’iniziativa è in collaborazione con Nuova Ricerca, sponsor della trasmissione.

Vota il gol più bello:

Visualizza risultati

Loading ... Loading ...
Altre notizie
Calcio D girone F

Isernia-Sammaurese 1-1

di Icaro Sport
Calcio D girone F

Savignanese-Matelica 0-1

di Icaro Sport
Calcio D girone F

Santarcangelo-Forlì 1-3

di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO