Indietro
menu
Cantiere al molo di Cattolica

Prolungamento molo di levante. Cinque mesi di lavori

In foto: il molo di levante di Cattolica
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 11 dic 2018 13:01 ~ ultimo agg. 13:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la firma del verbale di consegna dei lavori, entrano nel vivo i lavori per il prolungamento del molo di levante a Cattolica. In mattinata è stato allestito il cantiere con l’interdizione del molo interessato e di parte della scogliera. Nei prossimi giorni si passerà all’installazione delle boe radabili ed allo smontaggio del fanale rosso. Già prevista una specifica ordinanza di polizia marittima e l’installazione di segnaletica temporanea nello specchio d’acqua oggetto dei lavori. L’intervento per completare il nuovo pennello del Porto durerà cinque mesi. L’opera consentirà di limitare l’agitazione dell’onda nel porto canale e nelle due darsene e migliorerà l’accessibilità da parte delle imbarcazioni.
Nello specifico, si tratta di realizzare un allungamento di circa 30 metri, inclinato di 135° rispetto all’asse del molo esistente e di circa 40° rispetto al nord. La Ecotec, così come presentato in offerta, utilizzerà un calcestruzzo ad alta resistenza e massi della Dalmazia permettendo così la continuità cromatica con le opere già esistenti.

Si tratta di un passo in avanti – commenta il Sindaco Mariano Gennariper la messa in sicurezza indispensabile per gli operatori che con il porto ci lavorano e vivono quotidianamente. Sin dal momento del mio insediamento il completamento dell’imboccatura del Porto di Cattolica è stata una priorità. Ho stimolato le autorità competenti, sia localmente che in Regione e tutti in ogni momento hanno condiviso l’inderogabilità dei lavori. Siamo soddisfatti di essere arrivati a questa fase e quindi ormai prossimi a vedere realizzata quest’opera”.

Notizie correlate
di Redazione   
Rischio 'cratere' nel centrosinistra

L'appello del Circolo PD Euterpe: no alle primarie

di Redazione