Indietro
giovedì 4 marzo 2021
menu
Calcio C girone B

Imolese di scena a Bergamo: uno stadio da serie A per chiudere alla grande il 2018

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 dic 2018 17:11 ~ ultimo agg. 17:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il palcoscenico sarà quello delle grandi occasioni e l’Imolese non si vuol far cogliere impreparata. Belcastro e compagni chiuderanno il 2018 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, che non più tardi di due giorni fa ha visto Cristiano Ronaldo salvare la Juventus dal primo ko in campionato per mano dell’Atalanta. Sabato 29 dicembre, alle ore 14.30, è in programma invece Albinoleffe-Imolese, per quella che sarà la prima gara del girone di ritorno del campionato di Serie C e l’ultima di un anno da incorniciare per i rossoblu, tra ripescaggio e ottimo inizio di stagione.

Stagione decisamente sotto le attese, invece, quella dei bergamaschi, che al momento occupano l’ultimo posto della classifica con 17 punti e due sole vittorie (ma ben 11 pareggi, è la squadra con più segni x in schedina di tutto il girone). L’andamento negativo deriva in gran parte dalla scarsa vena realizzativa di tutta la squadra, che con 11 reti all’attivo ha il peggior attacco del campionato (assieme al Fano), ma allo stesso tempo i bergamaschi possono contare anche su una delle migliori difese del girone (15 gol subiti, 3 in meno della capolista Pordenone). Tantissimi gli 0-0 finora: ben 7, uno dei quali nella gara d’andata, dove l’Imolese giocò 70 minuti di ottimo calcio, prima di calare fisicamente e rischiare il ko nel finale.

Quella di domani, però, sarà una partita diversa, principalmente per due motivi: l’Albinoleffe è a caccia di punti per risollevarsi in classifica e da 6 giornate ha un nuovo allenatore, che ha dato un gioco più propositivo alla squadra. Stiamo parlando di Michele Marcolini, ex centrocampista di Atalanta e Chievo, che ha iniziato in maniera positiva la sua avventura a Bergamo (quattro risultati utili consecutivi). Nel 3-5-2 del tecnico ligure mancheranno due giocatori esperti come il difensore Gavazzi (infortunato) e il centrocampista Romizi, espulso contro il Vicenza e squalificato, al pari dell’altro difensore Mondonico (out per raggiunto limite di ammonizioni).

Nell’Imolese non ci sarà Eric Lanini, squalificato per due turni dopo il contatto con Lelj nel derby col Ravenna. Dionisi deciderà solo domani chi difenderà i pali tra Zommers e Rossi, mentre in attacco è recuperato Rossetti.

Dirigerà la sfida il signor Marco Ricci della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti Lorenzo Poma di Trapani ed Emilio Micalizzi di Palermo.

Alessio Dionisi, allenatore Imolese: «L’ultima gara prima della sosta è sempre insidiosa, a prescindere dall’avversario. Quella di domani lo sarà doppiamente, perché penso davvero che l’Albinoleffe sia la squadra con la classifica meno veritiera del nostro girone. E’ una squadra con dei valori e dei giocatori forti, sono organizzati e giocano a calcio. Non sono cambiati rispetto alla prima di campionato, nonostante la classifica: provano sempre a fare la partita come noi. Li rispettiamo molto: sappiamo che avranno motivazioni altissime e saranno alla ricerca di punti. Non sarà una sfida agevole, ma veniamo da una bella gara, dove potevamo ottenere di più: vogliamo conquistare a Bergamo quello che ci è sfuggito col Ravenna. Vogliamo finire bene il 2018 e confermare la nostra meravigliosa classifica: dietro sono tutte lì, basta un passo falso e vieni risucchiato. E poi non capita tutti i giorni di giocare in uno stadio così importante, dobbiamo onorare al meglio questa occasione».

Andrea Casadio
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

Notizie correlate
di Redazione   
di Icaro Sport   
FOTO