giovedì 24 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 15 set 2018 12:55 ~ ultimo agg. 16 set 12:28
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì scorso si è verificata un‘intossicazione da funghi che ha coinvolto tre pazienti mentre altre tre persone che avevano consumato i medesimi funghi, riferisce l’Ausl, non hanno avuto sintomi. Le tre persone intossicate, ricoverate all’ospedale di Riccione sottoposte alle cure del caso, sono ora fuori pericolo ed in buone condizioni. Si tratta di una signora di 78 anni e di due giovani di 19 e 22 anni. I funghi consumati sarebbero stati del genere commestibile, ma all’interno dell’involucro in cui erano stati custoditi ce n’era uno tossico. L’Ausl sottolinea che anche un solo fungo tossico in mezzo agli altri è in grado di renderli non commestibili e ricorda che è opportuno cuocere sempre bene i funghi.

Nel corso del 2018 sono state complessivamente 10 le persone colpite da episodi di intossicazione da funghi, in quattro distinti episodi. Nessuna ha avuto, pe fortuna, conseguenze fisiche permanenti.

L’Ispettorato Micologico di Rimini dell’Ausl Romagna (in seno al Dipartimento di Sanità Pubblica), coordinato dal dottor Silvio Cantori, coglie l’occasione per ricordare l’importanza di far sempre controllare i funghi che si raccolgono prima di consumarli. E’ possibile fissare un appuntamento per controllare i funghi raccolti telefonando al recapito 0541/707290.

Inoltre, nei periodi dell’anno di maggiore produzione dei funghi spontanei, sono attivi, in provincia di Rimini, tre appositi sportelli. Tali sportelli riapriranno lunedì 24 ottobre prossimo., e si provvederà con prossima comunicazione a renderne nota ubicazione precisa ed orari.

 

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna