venerdì 18 gennaio 2019
di Roberto Bonfantini   
lettura: 2 minuti
gio 20 set 2018 14:11 ~ ultimo agg. 21 set 15:05
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

I numeri da funambolo di Matteo Sartori e la doppietta di Andrea Bartomioli hanno fatto passare in secondo piano l’ottima partita di Federico Di Addario, autore domenica dell’assist per l’1-0, marcatore del 2-0 e protagonista, con un intelligente velo, nell’azione del 3-0. Insomma, il suo zampino lo ha messo su tutti e tre i gol del Cattolica che hanno piegato la resistenza del Sant’Agostino (3-1 il finale).

Ci racconti la sua partita di domenica.
“Sono molto contento per com’è andata la partita – attacca Di Addario -. Il primo gol è molto merito di Sartori, bravo poi a darmela, io di destro ho anticipato il portiere e spalancato la porta a Bartomioli. Il secondo gol non è stata fortuna: bisogna esserci sulle “papere” del portiere, bisogna andare su ogni respinta. Il terzo gol è arrivato al termine di una bella azione di tutta la squadra. Abbiamo portato a casa una vittoria importante”.

Avete vissuto una settimana perfetta, centrando tre vittorie di fila (a Faenza, a Misano con la Marignanese in Coppa e sul S. Agostino).
“È stata una settimana da incorniciare, soprattutto per la grande rimonta in Coppa Italia con la Marignanese. Era fondamentale vincere in Coppa ed i nostri tre gol sono arrivati tutti nel finale. I sei punti in campionato sono stati molto importanti, conquistati in due partite difficili”.

Che effetto fa vincere al “Calbi”?
“È stato molto molto bello, soprattutto perché la piazza dà sempre grosse soddisfazioni, con i tifosi che ci sostengono in tutte le partite, sia in casa che fuori. I tifosi ti danno molta carica e soprattutto nel momento del bisogno ci sono sempre”.

Come si trova a Cattolica?
“Molto molto bene. È stato un inizio abbastanza difficile per i vari motivi che tutti sanno, però adesso lavoriamo giorno dopo giorno e sono sicuro che otterremo risultati. C’è molto da lavorare, ma secondo me possiamo toglierci enormi soddisfazioni”.

Domenica abbiamo visto un Cattolica a trazione anteriore. Come si trova con Sartori, Bartomioli e Boschetti?
“Davanti ci troviamo molto bene. Siamo tre under in rosa lì davanti con caratteristiche completamente diverse da Sartori. A noi piace giocare in velocità e palla a terra, con lui in campo ci si può affidare anche alle palle alte, che lui tiene con una tranquillità assurda”.

Nonostante la sua giovane età (è un classe ’98) ha già giocato a San Marino (nell’Under 17), nel Rimini (nella Berretti), nella Marignanese e nella Savignanese.
“Per la mia giovane età in effetti ho avuto già abbastanza squadre. Con la Savignanese l’anno scorso abbiamo ottenuto la promozione in serie D ed è stata una bella soddisfazione. Ne approfitto per fare un “in bocca al lupo” a tutti i miei ex compagni e a mister Farneti”.

Domenica, per la 4a giornata di campionato, il Cattolica sarà di scena sul campo del Massa Lombarda (calcio d’inizio alle 15:30).
“Sicuramente sarà una partita difficile. L’anno scorso, con la Savignanese, abbiamo avuto difficoltà, riuscendo a spuntarla solo alla fine. Ci prepareremo molto bene, come con ogni squadra che andremo ad affrontare. In settimana ci alleniamo con molta determinazione e molto impegno”.

Dove può arrivare questo Cattolica?
“Secondo me se lavoriamo tutti con la stessa mentalità e con un solo obiettivo ci potremo togliere soddisfazioni importanti. Come squadra ci siamo, abbiamo un ottimo mister ed un grande staff tecnico e lavoriamo bene in ogni allenamento”.

RISULTATI, CLASSIFICA E CALENDARIO DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE B

Altre notizie
di Icaro Sport
FOTO
Notizie correlate
Calcio D girone F

Sammaurese-Jesina 1-1

di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
FOTO
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna