martedì 22 gennaio 2019
In foto: la Squadra Mobile al Lady Godiva (Adriapress)
di Redazione   
lettura: 2 minuti 1.997 visite
mer 26 set 2018 08:19 ~ ultimo agg. 27 set 10:36
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.997
Print Friendly, PDF & Email

Operazione della Polizia di Stato nella notte a Rimini. Sono state eseguite 19 misure cautelari per sfruttamento della prostituzione, spaccio di stupefacenti  e rapina aggravata. Tutti reati perpetrati nell’ambito dell’attività del locale Lady Godiva di Marina Centro. Per il locale è scattato il sequestro preventivo. Sono in corso gli approfondimenti sugli aspetti amministrativi della vicenda, che potrebbero portare alla sospensione della licenza.

Ll’operazione denominata “Privé” è scattata alle 4, dopo un appostamento di tre ore, e gli agenti della Squadra Mobile hanno fatto irruzione nell’orario di massima affluenza, trovando molte ragazze, una trentina, e i clienti, una cinquantina e quasi tutti di fuori città, sui divanetti della zona ‘vip’.

Non è la prima volta che il locale finisce nel mirino delle forze dell’ordine. Le ragazze che qui lavoravano come figuranti di sala, in realtà si prostituivano nel privè del locale coi clienti: 50 euro per una decina di minuti, ma con 4-500 euro si potevano portare le ragazze anche fuori dal locale. Sono stati documentati anche episodi di spaccio e consumo di stupefacenti, in particolare cocaina.

I dirigenti Monterisi e Sacco (Adriapress)

120 gli agenti impegnati, anche con unità cinofile. Tre delle misure cautelari sono state eseguite a Torino, Brindisi e Alessandria in collaborazione con le locali questure. Quattro invece all’interno del locale. Tra i destinatari delle misure ci sono anche il titolare, il gestore e l’addetto alla sicurezza night: l’ordinanza è firmata dal gip Vinicio Cantarini su richiesta del pm Davide Ercolani. Per otto dei 19 coinvolti è scattata la custodia in carcere, per quattro ai domiciliari e in sette hanno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Nel corso dell’indagine si è anche risaliti agli autori della rapina di un orologio Bulgari subita in centro a Rimini nel 2017 da un noto avvocato milanese. Non si escludono ulteriori sviluppi dalle indagini.
Delle ordinanze, cinque riguardano il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione, nove lo spaccio e due la rapina dell’orologio. Tre soggetti questa mattina risultavano ancora ricercati.

 

Il video dell’operazione della notte (Adriapress):

Icaro Tv. Sfruttamento della prostituzione e spaccio al Lady Godiva

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Simona Mulazzani
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna