Indietro
domenica 29 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Taekwondo Olimpic Cattolica. Un argento e un bronzo al Croatian Open G1

In foto: Il maestro Davide Berti con Federico Spada e Alex Semprini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 13 nov 2017 12:01 ~ ultimo agg. 12:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il 18 e 19 novembre si è svolto il Croatian Open G1: Torneo Internazionale a Zagabria (Croazia) con 1.100 iscritti provenienti da tutto il mondo, accessibile solo a società affiliate alla Federazione Italiana con licenza Etu per i coach e gli atleti.

Il Taekwondo Olimpic Cattolica era iscritto con coach il maestro Davide Berti, lo junior Alex Semprini (16 anni), 51 kg, i Cadetti Martina Semprini (14 anni), 44 kg, e Federico Spada (14 anni), 45 kg.

I giovani cattolichini si sono superati ottenendo un argento con Alex Semprini, che si è arreso in finale al connazionale Millefiori del Taekwondo 16, dopo aver eliminato Marjan (Croazia), Coppetti (Taekwondo Olympic Verona) e Mansveld (Olanda).

Un bronzo con Federico Spada, grazie alle vittorie su Zahirovic (Croazia), Frania (Polonia) e Rodovre (Danimarca). Sconfitto in semifinale da Stanic (Serbia). Martina Semprini è andata fuori al primo turno per opera di Zdero (Bielorussia) a causa di un infortunio, per fortuna non grave.

Medaglie importanti e risultato da incorniciare che fa ben sperare per gli obiettivi di questa stagione: squadra regionale per partecipare alla coppia Italia e vittoria degli italiani per vestire la maglia azzurra.

“Dato che erano presenti atleti della nazionale italiana con i tecnici Carlo Molfetta, campione olimpico 2012, ed il neoassunto dalla Federazione, lo statunitense Steven Lopez (due ori e un bronzo alle Olimpiadi e sei medaglie d’oro ai mondiali) si spera che i nostri si siano fatti vedere” commenta il maestro Davide Berti.

Lo stesso week end al Centro Olimpico di Formia si è svolto il corso di aggiornamento per allenatori, al quale hanno partecipato Alessandro De La Rua (Taekwondo Olimpic Cattolica) e Gianluca Lotti (Taekwondo Riccione). Lotti ha sostenuto l’esame da istruttore e quello di quinto dan davanti alla commissione nazionale.

Il mese scorso, durante il corso aggiornamento per istruttori e maestri, altri tre riminesi hanno acquisito il grado di cintura nera quinto dan: Marco Muratori e Pietro Brighi del Bm Team Rimini, e Roberto Boghi del Yonghon Villa Verucchio.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
di Redazione