Indietro
menu
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Montefeltro

Pataccari fermati in area di servizio Montefeltro. Altri due bloccati sulla SS16

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 9 lug 2016 16:00 ~ ultimo agg. 16:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La polizia stradale ha identificato due “pataccari” napoletani di 41 e 33 anni, entrambi residenti a Cattolica, che avevano deciso di utilizzare l’area di servizio Montefeltro come “negozio”. I due sono stati colti sul fatto dagli agenti mentre erano intenti a vendere capi d’abbigliamento. Per loro, oltre al sequestro della merce, sono scattate le sanzioni amministrative e la segnalazione all’autorità per i provvedimenti del divieto di soggiorno.

I controlli nelle aree di servizio proseguiranno per tutta la stagione estiva.

Altri due specialisti del settore sono invece stati bloccati dagli agenti del Posto di Polizia estivo di Riccione nell’ambito di un controllo sulla Statale 16. I due, entrambi di origine napoletana, sono risultati avere numerosi precedenti e in particolare truffe ad automobilisti nelle aree di servizio. E che non avessero cambiato abitudini è subito emerso dal controllo dell’autodove sono stati infatti rinvenuti alcuni borselli in stoffa e numerose piastrelle di varie misure ricoperte di nastro adesivo, strumenti utilizzati dai “pataccari” per confezionare i “pacchi” da rifilare alle proprie vittime. Al termine degli accertamenti i due sono stati segnalati alla Divisione Polizia Anticrimine della Questura per l’irrogazione di misure di prevenzione finalizzate all’allontanamento dal territorio.
. La tecnica dei pataccari. Mostrano un tablet vero (i due avevano anche quello, con tanto di scontrino attestante la regolarità del possesso), poi vendono delle mattonelle, ricoperte di nastro adesivo del peso e della forma del tablet, custodite all’interno del borsello di stoffa che risulta poi danneggiato nella cerniera di chiusura, cosa che impedisce allo “scaltro” acquirente di verificare bene la genuinità del prodotto.

 
Notizie correlate
i controlli dei carabinieri di Novafeltria

A piedi lungo il Marecchia per andare a pranzo dai genitori

di Redazione   
FOTO