Indietro
venerdì 4 dicembre 2020
menu
Cultura Eventi

Le Città Visibili, musica e teatro per riscoprire un tesoro: Palazzo Lettimi

In foto: Città Visibili 2016
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 19 lug 2016 17:17 ~ ultimo agg. 20 lug 10:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Musica e teatro per riscoprire un tesoro nascosto di Rimini. Torna per il quarto anno Le Città Visibili, rassegna curata da Tamara Balducci e Linda Gennari che dal 21 luglio al 5 agosto porterà una serie di eventi ad ingresso gratuito nel giardino di Palazzo Lettimi. Dal cantautore Paolo Benevegnù che aprirà la rassegna il 21, al bassista ex Afterhours Roberto Dellera il 25, fino alla jazzista Cristina Zavalloni, di ritorno da Los Angeles, il 29 luglio. Oscar de Summa col suo Diario di provincia il 22 e Il terzo segreto di Satira il 30 luglio sono invece solo due dei nomi legati al teatro. E poi dalle 19 gli aperitivi etnici proposti dall’associazione Vite in Transito e la mostra Lettimi illustrato di Marianna Balducci.

Il programma dettagliato sul sito: www.lecittavisibili.com

Tutto in uno scenario suggestivo come quello del giardino (quest’anno reso più ampio dopo la demolizione di parte dei muri esterni del ristorante Pic Nic) del distrutto Palazzo Lettimi. Gli spazi saranno liberati da un gruppo di 15 profughi arrivati a Rimini grazie al programma Mare Nostrum della Caritas. Insieme a loro i volontari dei Ci.Vi.Vo.

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_mh1k6hk3″ width=”400″ height=”250″ /]

 

Il comunicato stampa

Festival di musica e teatro a cura dell’associazione Le città visibili in programma a Rimini per dieci serate dal 21 luglio al 5 agosto, giunto alla sua quarta edizione e ospitato nella splendida cornice del giardino di Palazzo Lettimi in Via Tempio Malatestiano 26.

Il giardino de Le città visibili è pronto per aprire gratuitamente le sue porte, ospitare importanti artisti e accogliere tutti gli spettatori più curiosi. Il festival si presenta come una manifestazione di primo livello grazie ai numerosi artisti affermati a livello nazionale e internazionale inseriti nel programma. Si parte giovedì 21 luglio con il cantautore Paolo Benvegnù, che fa tappa a Rimini con il suo Cronoillogical Solitudo tour. Benvegnù è uno dei migliori cantautori italiani, un vero artista della parola suonata. Le sue canzoni sono state interpretate anche da Mina (Io e te), Irene Grandi (È solo un sogno), Giusy Ferreri, Marina Rei (Il mare verticale). Agli albori è stato il chitarrista, cantante e fondatore degli Scisma, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi per l’etichetta Parlophone-EM. Nella serata seguente, venerdì 22 luglio, Oscar De Summa darà il via alle performance teatrali con il suo Diario di provincia, un affresco divertente dietro cui si nasconde una tragedia, un risvolto drammatico che forse rappresenta l’unica rottura a una routine che annienta ogni speranza, ogni gesto eroico. Lunedì 25 luglio sarà la volta di Roberto Dellera, già bassista degli Afterhours, che salirà sulle assi del giardino per presentare il suo ultimo album Stare bene è pericoloso. La jazzista Cristina Zavalloni, di ritorno da Los Angeles, irromperà con le sue sonorità venerdì 29 luglio, con il nuovo progetto Special Dish, un ricco alternarsi di sapori e atmosfere resi da un giocoso mix di successi pop – Eurythmics, Matia Bazar, Beach Boys – liriche greche – To Yasemi, struggente canto d’amore della tradizione cipriota, Fonès del musicista italo-belga Fabrizio Cassol da una poesia di Konstantinos Kavafis – musica brasiliana, standard jazz e brani originali. Sabato 30 luglio sarà invece protagonista Il Terzo Segreto Di Satira, un collettivo di autori spesso ospiti di talkshow trasmessi sulle emittenti nazionali, che darà vita a una talk/conferenza creando una strana commistione tra web/live e un percorso narrativo che va a toccare le tematiche tanto care al collettivo satirico. È inoltre in programma una rivisitazione in chiave teatrale de Le notti bianche, il celebre romanzo di Fedor Dostoevskij. Lo spettacolo, proposto dall’associazione Le città visibili, sarà articolato in episodi per la durata di 4 serate (26 e 28 luglio; 2 e 4 agosto) e coinvolgerà gli spettatori all’interno di una vera e propria “bolla sonora”: Tamara Balducci e Michele Di Giacomo, i due attori protagonisti, siederanno in mezzo al pubblico in una sorta di ring creato dalle loro voci dando vita a un’insolita esperienza teatrale. Gli effetti sonori saranno curati dal sound designer Marco Mantovani, mentre gli abiti di scena sono stati realizzati da Reedolab. Vista la particolarità della messinscena, Le notti bianche sarà rivolto a un numero limitato di spettatori e in caso di grande affluenza di pubblico è prevista una seconda replica alle 22.15 per permettere la visione a tutti i presenti. Per il secondo anno consecutivo il festival ha preso parte all’iniziativa “L’Italia dei Visionari”, coinvolgendo fino a 65 riminesi non addetti ai lavori che, tra tutti gli spettacoli presentati da numerose compagnie nazionali, hanno scelto Sull’oceano con Michele Crestacci (produzione mo-wan teatro), che chiuderà la manifestazione venerdì 5 agosto.
. Spettacoli e concerti inizieranno alle 21,30 ma le porte del giardino apriranno molto prima del tramonto: dalle 19 ci si potrà intrattenere negli spazi del giardino grazie agli aperitivi etnici proposti dall’associazione Vite in Transito. L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.

. Durante le giornate del festival sarà inoltre possibile visitare all’interno del giardino la mostra “LETTIMI
ILLUSTRATO” con le illustrazioni realizzate da Marianna Balducci (www.mariannabalducci.it) che avranno
come tema il giardino dell’ex-Palazzo Lettimi, il luogo che ospiterà il festival.

. In caso di pioggia

Tutti gli eventi si terranno alla Sala del Giudizio del Museo della città di Rimini, in via L. Tonini 1, fatta eccezione per Le notti bianche che si svolgeranno nella sala Pamphili in via Cairoli 40.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO