Indietro
menu
Politica Rimini

Carcere di Rimini, un'interrogazione parlamentare di Roberto Giachetti

In foto: il carcere dei Casetti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 7 lug 2016 15:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“In questi anni si è vista una evoluzione positiva della realtà riminese, ma ancora moltissimo non va a rimarcare le gravi condizioni di violazione dei diritti umani, civili e costituzionali da cui si viene”: lo afferma il riminese Ivan Innocenti annunciando un’interrogazione sul carcere di Rimini da parte del parlamentare Roberto Giachetti membro del Partito Democratico e del Partito Radicale Transnazionale.

L’interrogazione si fa carico di rendere note – ricorda Innocenti – “la situazione della sezione Transessuali, unica in regione; sezione che è vero e proprio ghetto in cui sono detenute persone in condizioni non dignitose. Sottolinea le gravi inadempienze del Magistrato di sorveglianza. Difficoltà sono rilevate e denunciate da tutti gli attori del carcere; i detenuti, il personale, il garante comunale, i parenti dei detenuti. Da aggiungere anche l’avvocatura che con uno sciopero regionale di due giorni previsto per la prossima settimana rimarcano il rapporto che riscontrano con la magistratura di sorveglianza in regione. Situazione che si protrae ormai da lungo tempo”.
E di recente si è appreso che  Rimini è priva del regolamento penitenziario di istituto previsto dall’articolo 16 dell’ordinamento penitenziario: “La mancanza di questo regolamento è molto grave in quanto la sua assenza può esporre i carcerati a soprusi e arbitrio violandone i più elementari diritti previsti dalla legge”.
 
Notizie correlate
di Redazione