Indietro
lunedì 26 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Rimini-Santarcangelo 0-1: cronaca, tabellino, dopogara, video e gallery

In foto: Al 16' il piattone vincente di Margiotta (Sportube)
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
sab 5 dic 2015 12:33 ~ ultimo agg. 7 dic 18:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 5.938
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-SANTARCANGELO 0-1

IL TABELLINO
RIMINI: 
Anacoura, Pedrelli, Bariti, Di Maio, Signorini, Martinelli (29′ st Mazzocchi), Torelli, Esposito, Della Rocca, Ricchiuti (13′ st Ragatzu), Polidori (1′ st Lisi). A disp.: Ferrari, Marin, Varutti, Kumih, Albertini, Todisco, Galli. All. Brevi.

SANTARCANGELO: Nardi, Adorni, Rossi, Arrigoni, Drudi, Capitanio, Ilari, Romano (29′ st Obeng), Guidone, Venitucci (33′ st Mordini), Margiotta (45′ st Palmieri). A disp.: Sambo, De Respinis, Venturini, Yabre, De Vena, Malagoli, Quintavalla, Zamagni, Di Cecco. All. Zauli.

ARBITRO: Mancini di Fermo.

RETE: 17′ pt Margiotta.

AMMONITI: Signorini, Romano, Della Rocca, Adorni. ESPULSO: 35′ st Signorini per fallo da ultimo uomo.

NOTE. Angoli: 6-1 per il Rimini. Spettatori: 1755.

CRONACA Al “Romeo Neri” si gioca il derby tra Rimini e Santarcangelo. I biancorossi cercano conferme, dopo i quattro punti conquistati nelle ultime due partite con Teramo e Savona. I gialloblu vogliono interrompere a tre la striscia di sconfitte. Brevi, che non ha convocato i soli Sapucci e De Martino, deve rinunciare a Bifulco, colpito nella notte dall’influenza. Attacco pesante con l’inedita coppia Della Rocca-Polidori, supportata da Ricchiuti mezzala. Il “sacrificato” è Ragatzu, che parte dalla panchina. In casa clementina out l’infortunato Petermann, Quintavalla, non è al meglio e parte dalla panchina.

La partita. Il primo tentativo è di Torelli, dopo neanche un giro di lancette, ma il suo tiro è deviato in angolo col corpo da Drudi. All’8′ Venitucci in verticale per Guidone, che va alla battuta, esterno della rete. Al 17′ il Santarcangelo passa: Venitucci allarga a destra per Romano, il cui cross trova Margiotta pronto al piattone vincente. Rimini 0-Santarcangelo 1. Al 19′ Signorini va giù nell’area ospite, l’arbitro opta giustamente per la simulazione perché Ilari non tocca il difensore biancorosso. Al 21′ Anacoura sbaglia il rinvio, Margiotta prova a sorprenderlo fuori dai pali, ma l’estremo biancorosso recupera la posizione e devia in angolo. Al 26′ il cross di Rossi mette i brividi ad Anacoura: pallone sulla parte alta della rete. Al 28′ traversone di Bariti dall’out di destra, Ricchiuti e Della Rocca giocano di sponda, il tiro di Pedrelli è murato. Al 31′ Ricchiuti per Polidori, che si aggiusta il pallone e spara di sinistro, la sfera sibila di poco a lato. Al 38′ un tocco maldestro di Drudi permette a Della Rocca di andare alla conclusione, palo, poi Nardi si ritrova il pallone tra le mani.

Al 10′ della ripresa la punizione dal limite di Ricchiuti viene ribattuta dalla barriera, Ricchiuti riprende e appoggia ad Esposito, la cui fiondata sibila a lato. Al 12′ Margiotta soffia il pallone a Pedrelli e calcia da posizione defilata, Anacoura ribatte, a Venitucci non riesce il tap-in anche grazie a Martinelli, che spazza. Al 21′ corner di Ragatzu per la girata di Torelli, pallone oltre la traversa. Al 23′ Ragatzu riceve palla a sinistra, punta Adorni, lo salta, evitando anche Romano, il suo tiro è smorzato da Drudi e non può nuocere ai gialloblu. Una manciata di secondi dopo cross di Lisi e incornata centrale di Della Rocca. Al 24′ break dei gialloblu: Venitucci per Guidone, che spara a fondo campo. Al 27′ calcio da fermo dal limite di Ragatzu, pallone a lato, con Nardi comunque sulla traiettoria. Al 35′ su un rilancio dalle retrovie Signorini controlla male, permettendo a Guidone di involarsi verso la porta di Anacoura. Lo stesso Signorini lo stende, punizione dal limite dell’area e rosso diretto per il difensore del Rimini. Dopo la finta di Ilari, calcia Margiotta, la sfera va a pochi centimetri dal montante. Al 42′ Margiotta ha sul sinistro il pallone del K.O., ma lo spedisce fuori. Al 44′ sponda di Della Rocca per Lisi, che libera il sinistro, ma Drudi è bravo a ribattere. Al 48′ cross di Lisi, Adorni trattiene Della Rocca per la maglia, il Rimini chiede il rigore, il signor Mancini di Fermo non è dello stesso avviso.

Finisce 1-0 per il Santarcangelo, che interrompe la serie negativa e raggiunge i biancorossi in classifica a quota 15. Compleanno amaro per il patron del Rimini, Fabrizio De Meis, al quale i tifosi della Curva hanno dedicato uno striscione di auguri.

LAMBERTO ZAULI, allenatore Santarcangelo: “Sono contento: l’avevamo preparata bene contro una squadra in salute. Sono contento perché malgrado nelle ultime partite avessimo raccolto meno di quanto meritato, la squadra ha lottato, dimostrando tutti i suoi valori tecnici e non. Magari la si poteva chiudere prima e segnare un altro gol, però mi piace sottolineare l’atteggiamento dei ragazzi. Sono fiero di loro”. Ancora sulla vittoria. “Quando ha visto che non riusciva a trovare spazi, il Rimini si è innervosito subito. Tatticamente l’abbiamo preparata bene, in più abbiamo rischiato di passare subito in vantaggio con Guidone. Ci siamo difesi con determinazione, creando 5-6 occasioni nitide. Adesso dobbiamo restare concentratissimi, ci aspettiamo altre due sfide fondamentali prima di Natale”. Sulle tre sconfitte con Lupa Roma, Tuttocuoio e Spal. “Un allenatore si sente sempre in bilico in questa situazione, fermo restando il rapporto di stima reciproca con la società che ci si augura sempre permanga a prescindere. Non ho mai avuto dubbi che i ragazzi fossero con me: in partita l’hanno dimostrato col loro carattere. E di questo sono molto contento”. Sull’approccio alla gara. “Ci siamo 20-30 metri più bassi per restare più compatti e aggressivi, al fine di non concedere la profondità e il gioco tra le linee. Abbiamo avuto la qualità per creare e capitalizzare le palle-gol, così come per difenderci”.

ANTONIO ROMANO, centrocampista Santarcangelo: “vittoria importante, oggi ci abbiamo messo uno spirito diverso. Nella ripresa il Rimini ci ha messo sotto nella nostra metà campo e la sfida si è incattivita un po’, però noi siamo stati bravi a difenderci. La vittoria ci fa respirare, ma noi non molliamo. Siamo ancora in zona pericolo”. Sulla sua uscita nel secondo tempo. “Ho subito un colpo al ginocchio, dobbiamo vedere nelle prossime ore di cosa si tratta”. Sul suo campionato. “Sono giovane e devo crescere, cercherò di dare sempre il massimo”.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
di Roberto Bonfantini   
di Roberto Bonfantini   
VIDEO