Indietro
menu
Politica Provincia

Emma Petitti in Giunta regionale, la dichiarazione e i commenti

In foto: Emma Petitti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 8 minuti
lun 22 dic 2014 17:09 ~ ultimo agg. 23 dic 16:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 8 min Visualizzazioni 1.863
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il lavoro nei due anni a Roma sarà a disposizione del nuovo impegno in Regione. Il neo assessore regionale Emma Petitti sente la responsabilità delle deleghe ricevute e non nasconde le difficoltà nel dover gestire il bilancio riducendo la spesa e garantendo la qualità dei servizi. Un ringraziamento, oltre che al presidente Bonaccini, anche all’assessore uscente Melucci nella consapevolezza che Rimini continuerà a rivestire un ruolo importante nelle politiche del turismo grazie anche alla carica del sindaco Gnassi in ANCI.

Non più al turismo, ma comunque un riminese in giunta regionale c’è. E con deleghe che, secondo i primi commenti alla nomina di Emma Petitti in giunta regionale, permetteranno comunque di entrare in temi importanti. Solo da sindaco Gnassi , per il momento, un accenno al rovescio della medaglia: Rimini perde un parlamentare.
_________________________________________________________________________

La dichiarazione di Emma Petitti:

“Ringrazio il presidente Stefano Bonaccini per la fiducia e la stima dimostrate nei miei confronti. Il territorio di Rimini, dopo essere stato rappresentato da assessori all’ambiente e al turismo, ha un nuovo importante riconoscimento attraverso le deleghe a me attribuite, quelle del bilancio, della riforma istituzionale, delle pari opportunità.
Sento tutta la grande responsabilità di questa scelta. Metto a disposizione della Regione l’esperienza maturata in questi anni come consigliere comunale e segretario provinciale del Partito democratico, anni in cui ho lavorato molto, tra l’altro, sui temi delle fusioni e delle unioni degli enti locali nei laboratori insieme ai sindaci della Valmarecchia e della Valconca. Allo stesso modo metto a disposizione l’esperienza intensa compiuta in questi due anni in Parlamento e i rapporti costruiti con le istituzioni e i loro rappresentanti a Roma, dove ho avviato un lavoro che costituirà una base fondamentale del mio nuovo impegno.
Si apre ora una fase di grandi aspettative per la nostra Regione. Dobbiamo affrontare la sfida di un passaggio delicato e importante, in cui l’Emilia-Romagna vuole essere un punto di riferimento per il sistema Italia. Dobbiamo essere capaci di innovare nei campi del riordino istituzionale, della riforma del Titolo V della costituzione e delle attribuzioni delle competenze alle Regioni, delle Unioni e fusioni dei Comuni, delle Province. Temi che interessano direttamente la relazione che avrò il compito di portare avanti con tutti i sindaci e i presidenti di Provincia emiliano-romagnoli.
La giunta di cui faccio parte dovrà lavorare con grande impegno e umiltà, recuperando il rapporto con la comunità e i cittadini in questa perdurante situazione di crisi. Il Bilancio rappresenta in questo senso una delega di grande responsabilità: la nostra Regione dovrà continuare a garantire l’alta qualità del welfare e dei servizi riducendo la spesa. Sarà un bilancio complicato e sono consapevole delle difficoltà, che vedrò di affrontare e approfondire sin dai prossimi giorni.
Ho risposto dunque all’appello del presidente Bonaccini facendo mio l’impegno per rilanciare il sistema emiliano-romagnolo all’interno del sistema Paese, una sfida che affronteremo con la capacità di innovazione che ci ha sempre contraddistinto.
Un ringraziamento sentito, infine, a Maurizio Melucci per il grande impegno come assessore regionale al Turismo, che ci ha permesso in questi anni di investire oltre 25 milioni di euro nell’innovazione del prodotto turistico e nel risparmio energetico a livello regionale, oltre al lavoro sulla semplificazione amministrativa per la costituzione del primo Distretto turistico costiero in Italia, modello che ha fatto scuola a livello nazionale, assorbito tra l’altro nella legge Art Bonus.
Rimini, con i suoi rappresentanti e attraverso il presidente della provincia nonché rappresentante Anci per il turismo Andrea Gnassi, continuerà a fare da punto di riferimento delle politiche turistiche regionali e nazionali”.

_________________________________________________________________________

La dichiarazione di Tiziano Arlotti, deputato PD

Non ho mai avuto dubbi sul fatto che il presidente Stefano Bonaccini avrebbe mantenuto la parola data al nostro territorio. Nella nuova giunta regionale, la collega Emma Petitti lo rappresenterà con importanti deleghe come bilancio, riordino istituzionale e pari opportunità, fondamentali in un momento cruciale di trasformazione e innovazione dal punto di vista delle istituzioni e della ridistribuzione delle competenze fra enti locali e Regioni.
Nel riordino istituzionale dobbiamo continuare quel lavoro di governo dell’area vasta che è stato avviato, in cui il nostro territorio e le sue caratteristiche e vocazioni, nell’ambito del Distretto turistico, potranno essere meglio rappresentati nelle scelte e nelle politiche regionali.
Nell’augurare un buon lavoro al presidente Bonaccini, a Emma e a tutta la giunta, da parte mia, continuerò a portare avanti il lavoro a Roma in sinergia con gli enti locali, gli stakeholder del territorio e la Regione, a partire dalla capacità di innovazione e dinamismo che Rimini, nel turismo e negli altri settori dello sviluppo, sta portando avanti.

_________________________________________________________________________

La dichiarazione dei consiglieri regionali riminesi Pruccoli e Rossi:

I neo consiglieri regionali Nadia Rossi e Giorgio Pruccoli, appresa la composizione della giunta per tramite del Presidente Bonaccini, esprimono soddisfazione per la presenza di Emma Petitti nel nuovo esecutivo ed in generale rilevano che, come annunciato, sono emerse nella squadra figure con rilevanti competenze specifiche e/o una robusta storia amministrativa.
Unitamente ai complimenti a tutti gli assessori auguriamo loro buon lavoro e siamo sicuri che la neo assessore Petitti, come giá ampiamente dimostrato nella sua carriera politico amministrativa saprá lavorare bene unendo le capacitá che possiede alla sensibilità dimostrata soprattutto in riferimento ai territori.
É stato rispettato per la prima volta il criterio della paritá di genere ed inoltre, come anticipato anche in questo caso, si riscontra un profondo rinnovamento.
I consiglieri, a margine dell’ incontro di maggioranza svoltosi oggi hanno condiviso la necessità col presidente e l’ intero gruppo di addivenire in tempi brevi ad una piena condivisione dei lavori, con il piú ampio coinvolgimento di tutti.
Mai come questa volta il PD, con 30 consiglieri su 50 ha la possibilitá di essere incisivo e veloce nelle scelte a favore dei cittadini e dei territori.
Altrettanto per la prima volta nessun territorio é rappresentato da non meno di due consiglieri per provincia.
Compito dei consiglieri sará proprio quello di dialogare frequentemente e con la massima applicazione con gli amministratori e le comunità di provenienza, senza dimenticare che l’ esercizio del ruolo avviene su scala regionale.
Siamo consci che starà anche a noi lavorare sodo per recuperare la fiducia (vista l’ alta astensione) tra elettori politica ed istituzioni.
La squadra di governo intende garantire che l’ Emilia Romagna possa riconfermarsi nella competizione mondiale e al tempo stesso permettere agli ultimi della fila di tagliare il traguardo.
Si lavorerà senza interruzioni e soste, a parte le feste comandate, visto che ci siamo aggiornati come gruppo PD al 27 per poi tenere la prima assemblea il giorno 29.
Umiltà e determinazione le caratteristiche che il presidente ci ha chiesto, che ci sentiamo di condividere pienamente e che metteremo alla base del nostro lavoro.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

La dichiarazione del sindaco di Rimini Andrea Gnassi:

“Complimenti a Emma Petitti per essere stata nominata, dal presidente Bonaccini, componente del ‘governo’ regionale appena annunciato. Sono complimenti sinceri perché a Emma mi lega una lunga amicizia, nonché un corposo lavoro amministrativo e politico svolto costantemente nella più piena collaborazione. Emma si è caratterizzata nel suo percorso per serietà, esperienza, competenza e capacità relazionale.

Il presidente Stefano Bonaccini ha impostato il suo programma sul tema del cambiamento e del rinnovamento. Bene, benissimo. Rimini, il nostro territorio, nei mesi scorsi, ha motivato le istanze di una sua piattaforma programmatica, facendo leva sulla chiarezza delle risposte da fornire in ordine a riassetto istituzionale, sviluppo turistico, programmi di riqualificazione urbana, utilizzo dei fondi europei per la rigenerazione delle città. Non sta a nessuno oggi giudicare le scelte fatte per il governo regionale. Occorre però capire se queste vadano verso quel profilo di riformismo forte, senza barriere, a tutto campo, che il presidente del consiglio Renzi ha avuto il coraggio di innescare e Bonaccini riprendere. E che a Rimini chiediamo.

Si dovrà lavorare affinché la traiettoria della ‘nuova Regione’, sicuramente non nelle persone ma nello spirito, non sia determinata da dinamiche di un peso tutto politico bolognese-emiliano e da qualche ‘blocco’ consolidato’ (vedi quello ‘universitario’). Basti vedere le deleghe più operative, dalle infrastrutture alla sanità al welfare, alle attività produttive, al turismo, al commercio. Certe scelte di aree vasta innovative che ha fatto la Romagna su sanità, trasporti, risorsa idrica, fiere non possono essere frenate ma al contrario valorizzate e diventare punto di riferimento per gli altri contesti regionali. Da questo punto di vista il segno di innovazione che va dato subito è che l’Emilia Romagna sia la prima in Italia a imporre un suo disegno di architettura istituzionale, dalle unioni dei Comuni, alle aree vaste, alla macroregioni. Anche per superare l’assurdo stallo delle Province. Gli impegni presi da Bonaccini in questi giorni sono comunque garanzia di un processo serio.

Il discorso è profondo e articolato. Coraggio, responsabilità e innovazione. Cito non a caso il tema del turismo, che ci tocca da vicino: riforma della Legge 7, concessioni demaniali, Bolkestein, una politica industriale vera per il turismo che Rimini ha prodotto e proposto a servizio della Regione. I tentativi di innovazione di prodotto e di processo nel turismo non possono essere bloccati da posizioni e interessi particolari, come è già successo. Qui bisogna essere molto chiari, molto determinati, molto fermi, uscendo dalle bandiere demagogiche che ora promettono la vendita delle spiagge o il diritto di superficie.

Rimini non starà a guardare. Il riformismo annunciato non può finire in un cassetto o esaurirsi nell’evocazione. In tal senso mi auguro, e sono sicuro, che la delega fortemente e tradizionalmente ‘tecnica’ che Emma assume, possa essere valorizzata nel senso di scelte e contenuti ‘politici e riformisti’, di merito cioè rispetto alle esigenze anche del nostro territorio.

Dal punto di vista del PD, infine, registro come questa operazione per il nostro territorio non sia a saldo zero. Portiamo la competenza e la serietà di Emma Petitti in via Aldo Moro e perdiamo la competenza e la serietà di Emma Petitti al Parlamento. Registro questa cosa come un dato quasi ‘statistico’: purtroppo siamo l’unico territorio in Regione in questa condizione.

Comunque buona fortuna al presidente Bonaccini e buona fortuna alla sua squadra”.

_________________________________________________________________________

La dichiarazione del segretario provinciale del PD Juri Magrini:

in bocca al lupo a Stefano Bonaccini e alla sua nuova Giunta Regionale.La sfida che aspetta la nuova amministrazione e la nuova comunità regionale sarà ambiziosa e avvincente.Il lavoro e la tenuta sociale nel nostro territorio devono essere il faro guida di ogni azione quotidiana che i nuovi amministratori dovranno, ma ne sono certo, mettere in campo.Un particolare in bocca al lupo ad Emma Petitti per il nuovo incarico che sono certo saprà svolgere al servizio delle nostre comunità. Le deleghe che ha ricevuto sono importanti ed anche corpose e rappresentano la possibilità per Rimini di contribuire attivamente alla causa della Regione.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Il comunicato congiunto di sindaci e amministratori riminesi:

Noi firmatari, appreso la notizia della composizione della Giunta Regionale e l’inserimento di Emma Petitti quale Assessore con le deleghe alle Riforme, riordino istituzionale, Bilancio e Pari opportunità, esprimiamo condivisione e soddisfazione per le scelte e per il risultato politico ottenuto.

Si tratta di una risposta importante del Presidente Stefano Bonaccini al nostro territorio e di una presenza in Giunta Regionale autorevole e rappresentativa.

In particolare le deleghe assegnate sono strategiche per le attività di riforma, di ammodernamento e di semplificazione del sistema istituzionale, e saranno gestite da una persona competente e di esperienza politica ed istituzionale.

Al nuovo Assessore regionale Emma Petitti, che apprezziamo come persona radicata sul nostro territorio, offriamo tutta la nostra collaborazione di amministratori locali per l’attuazione dei progetti di sviluppo e di innovazione che abbiamo costruito insieme e condiviso nel tempo, con particolare riguardo al settore del riordino e delle riforme istituzionali.

Con l’occasione auguriamo al Presidente Stefano Bonaccini ed alla nuova Giunta regionale Emilia-Romagna un buon lavoro; inoltre ringraziamo di cuore Maurizio Melucci per il suo impegno in questi anni come assessore regionale e per la collaborazione offerta al territorio. Siamo certi che la sua competenza, la sua esperienza e la sua disponibilità continueranno ad essere patrimonio di tutti noi.

1. Santi Riziero

2. Battazza Claudio

3. Cecchini Mirna

4. Grilli Lorenzo

5. Castellari Elena

6. Polidori Dilvo

7. Gnaccolini Matteo

8. Giannini Stefano

9. Cecchini Piero

10. Morelli Daniele

11. Parma Alice

12. Valenti Lorenzo

13. Sabba Stefania

14. Amati Daniele

15. Guerra Mauro

16. Cerbara Guglielmo

17. Fattori Marcello

18. Marani Lorenzo

19. Pruccoli Giorgio

20. Rossi Nadia

_________________________________________________________________________

Gli auguri a Petitti e Corsini da Confindustria Romagna:

Confindustria Romagna si rallegra per la scelta di affidare gli assessorati regionali al Bilancio e al Turismo e commercio a due stimati rappresentanti del territorio romagnolo.
L’associazione esprime vivi rallegramenti alla deputata riminese Emma Petitti (delega al Bilancio) e all’assessore ravennate Andrea Corsini (delega al Turismo e commercio), con la convinzione che potranno apportare un contributo significativo nei rispettivi settori di competenza, e più in generale sapranno presidiare gli interessi e le istanze della Romagna.
A loro i migliori auguri di buon lavoro da parte del presidente di Confindustria Romagna e Ravenna Guido Ottolenghi, di Rimini Paolo Maggioli, e di Forlì-Cesena Vincenzo Colonna.

_________________________________________________________________________