Indietro
mercoledì 2 dicembre 2020
menu
Icaro Sport

E' tempo di finale scudetto per Pirati e UnipolSai Bologna

di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 14 ago 2014 21:18 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la cocente sconfitta in European Cup patita lo scorso weekend nel derby contro la T&A S. Marino (2-1), i Pirati si preparano ad affrontare l’UnipolSai Bologna, una sfida che vale lo scudetto (al meglio delle sette partite). Sarà una Finale praticamente inedita, visto che le due formazioni hanno duellato per il titolo italiano l’ultima volta nel lontano 1992 (vinse Rimini 3-0). Entrambe le squadre sono accomunate da un medio-lungo periodo di non trionfo italiano, nonostante siano state quasi sempre protagoniste in Regular Season in questi anni. Bologna vinse l’ultimo Scudetto nel 2009 in finale contro S. Marino (4-1), ma perse l’anno seguente contro Parma (4-3). Sul fronte riminese le cose non vanno molto meglio, sono storia recente le due finali perse consecutivamente contro la ‘bestia nera’ T&A S. Marino (2012-2013), ragion per cui, gli uomini del manager neroarancio Catanoso sperano di poter sfatare questa maledizione che dura ormai da ben sette anni, visto che l’ultimo trionfo da queste parti manca dal lontano 2006 (vittoria 4-1 sul Grosseto).

La formazione bolognese del manager Nanni si presenta a questo importante appuntamento con tutti gli effettivi a disposizione, eccezione fatta per il pitcher Barbaresi (infortunato da inizio stagione). Quindi come da logica, lo staff tecnico felsineo dovrebbe schierare come partenti di queste due prime sfide l’americano Williamson (4v 2p 1.46 pgl) in gara1 e De Santis (2v 0p 4.23 pgl) in gara2.
Lo schieramento difensivo sarà quello classico, gli unici dubbi riguardano il prima base che sarà
uno fra Malengo e Grimaudo e sul cuscino di terza altro ballottaggio tra D’Amico e Fuzzi. La
Fortitudo ha dominato la prima e la seconda fase del campionato dimostrando grande continuità nei risultati. Determinante l’innesto del forte battitore ex Mlb Oeltjen (.277 più 15 Rbi) che ha
arricchito il lineup dell’UnipolSai, senza dimenticare la grande stagione del Capitano Liverziani (.349 più 4 fuoricampo) e dell’ottimo momento di forma del ricevitore Rodriguez (.313 più 20 Rbi).

In casa Rimini come da consuetudine, ci si sta preparando al meglio, dopo l’amara sconfitta Europea. Il manager Catanoso anche in occasione di questa Finale, non potrà disporre di tutto il roster al completo. Il forte lanciatore americano Ekstrom potrà essere impiegato solo da rilievo,
Bertagnon quasi certamente non verrà impiegato a causa del forte trauma subito giovedì scorso, infine il seconda base Gomez non potrà scendere in campo nella prima gara essendo squalificato. Di
conseguenza la formazione difensiva è presto che fatta, agli esterni giocheranno il rientrante Salazar (out in Coppa), Zileri e Romero. Il diamante sarà composto da Spinelli in prima base, Babini in seconda, Santora all’interbase e Mazzanti in terza. Cit con ogni probabilità sarà il ricevitore di entrambe le sfide, mentre Chiarini verrà utilizzato da battitore designato. La rotazione dei pitcher partenti dovrebbe vedere uno fra Gonzalez e Marquez in gara1 con Escalona ed Ekstrom pronti a subentrare dal bullpen. Corradini partirà nella seconda gara della serie (riservata ai pitcher ASI).

La serie inizierà venerdì e sabato sera al Falchi di Bologna (playball ore 20.30), entrambi gli incontri delle Italian Baseball Series saranno trasmessi in diretta integrale da RaiSportDue (canale 58 del digitale terrestre) e saranno diretti da Fabrizi, Taurelli, Bastianello e De Notta.

Simone Drudi
Ufficio Stampa Rimini Baseball

(nella foto di Francesco Pizzioli, Giuseppe Mazzanti)

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Icaro Sport
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione