Indietro
menu
Santarcangelo

Niente botti il 31 ottobre. Ordinanza per tutelare persone e animali

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 20 ott 2012 13:05 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Negli scorsi anni si erano infatti verificati numerosi episodi di disturbo alle persone e agli animali ed anche alcuni danni. Previste sanzioni fino a 500 euro.

Nello specifico l’ordinanza prevede: 1) il divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici esplodenti e/o rumorosi di ogni genere nei centri abitati nella giornata del 31 ottobre; 2) che la vendita negli esercizi commerciali sia consentita esclusivamente nel rispetto dei limiti e delle modalità stabilite dalla legge, con particolare riguardo al quantitativo massimo che può essere detenuto presso ciascun punto vendita, all’etichettatura e alle norme poste a tutela dei minori. In caso di accertata inosservanza, il Comune, valutata la gravità dell’infrazione, potrà disporre, in aggiunta alle altre sanzioni ed all’eventuale sequestro della merce irregolarmente venduta, il divieto di prosecuzione della vendita; 3) il divieto, in considerazione del particolare rischio che si potrebbe configurare, di commerciare in forma itinerante di artifici esplodenti e/o pirotecnici.

Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza del divieto di cui al punto 1) comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro. Inoltre l’organo accertatore provvederà al sequestro finalizzato alla confisca dei materiali in oggetto. Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza degli obblighi e divieti indicati ai punti 2) e 3) dell’ordinanza comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 500 euro.

Notizie correlate
di Redazione