venerdì 18 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 4 lug 2012 16:02 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’ultimo colpo nel tardo pomeriggio di ieri quando uno dei rumeni e la minorenne si sono finti clienti di una gioielleria di Corso d’Augusto a Rimini riuscendo a distrarre il titolare e rubare, dopo un’ora di finte prove di anelli e catenine, un diamante da un carato. Accortosene al momento di chiudere la vetrina, il gioielliere ha subito dato l’allarme ai carabinieri che sono riusciti a bloccare i due mentre stavano salendo sul Suv con i complici a bordo. Nella perquisizione del veicolo i militari hanno trovato 22 I-Pod, 5 cellulari e 2 tablet ancora imballati del valore di 5mila euro che, secondo il francese alla guida, erano privi di scontrino perché acquistati da un ambulante a Roma. Dal navigatore satellitare dell’auto i carabinieri hanno accertato che negli ultimi 7 giorni i quattro avevano girato ben 3 regioni: Lazio, Toscana ed Emilia Romagna, in cittadine con importanti centri commerciali dai quali probabilmente sono stati rubati gli oggetti. Per i malviventi sono scattate le manette: i tre uomini si trovano nel carcere di Rimini mentre la 16enne nel centro per minori di Bologna.

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna