Indietro
menu
Lavoro San Marino

Lavoratori senza contratto. 'Colpa anche dei cattivi rapporti con l'Italia'

In foto: Per la prima volta i lavoratori sammarinesi si ritroveranno a fine anno senza contratto rinnovato. Una situazione che fa da ulteriore segnale della crisi in atto. E che è dovuta in parte ai difficili rapporti tra Italia e San Marino.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 nov 2010 09:30 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In un incontro con la stampa Giuliano Tamagnini, segretario generale della CSdL, illustrerà la situazione e spiegherà la decisione di unificare le rivendicazioni contrattuali in un documento comune.

In un duro intervento il segretario scrive: “I rapporti bilaterali con l’Italia non sono mai stati ad un livello così basso, cosa questa che rischia di destabilizzare irrimediabilmente il nostro sistema economico e l’intero paese. A nulla sono valsi i ripetuti tentativi del sindacato di mettere tutti attorno ad un tavolo per, così dire, “fare sistema”, perché evidentemente chi è espressione del vecchio sistema economico, giunto irrimediabilmente al capolinea, non ha nessuna intenzione di cedere il passo ad un nuovo modello di sviluppo basato sulla centralità del lavoro, e non più su un sistema che drena risorse dall’Italia attraverso l’anonimato societario e il segreto bancario, ancora purtroppo in essere nonostante la tanto sbandierata stagione della trasparenza”.

Notizie correlate
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Lucia Renati