sabato 23 febbraio 2019
In foto: Partirà sabato per la Cina la missione organizzata da Assindustria Rimini per contribuire al processo di internazionalizzazione delle imprese della Provincia.
www.assindustria.rn.it
di    
lettura: 2 minuti
gio 21 ott 2004 11:22 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il viaggio rientra nel Progetto Cina nato dal sodalizio fra Assindustria Rimini e Assindustria Forlì-Cesena, con il contributo delle rispettive Camere di Commercio, delle Amministrazioni provinciali, del Centro Servizi di Shanghai e Unicredit Banca d’Impresa. L’obiettivo, ricorda una nota di Assindustria, é “promuovere e consolidare la presenza delle imprese riminesi in Cina, trasformando un rapporto che spesso è di semplice scambio, in un rapporto più completo e moderno, che operi quindi anche sul piano tecnologico, sul piano della collaborazione produttiva e su quello della ricerca”.

Tra le imprese riminesi che partecipano al Progetto:
Cargo Terminal Italia (spedizioniere), Casale Fabbrica Ferramenta SNC (ferramenta per edilizia), D.T.S. Illuminazione SRL (luci per spettacolo ed architetturali), Europlast SRL (edilizia esterna ed interna), F.O.M. Industrie SRL (macchine per la lavorazione di alluminio e pvc), Italcamel Travel Agency (Tour operator), MEC 3 SRL (semilavorati per gelateria e pasticceria), Sergiani SPA (macchine per la lavorazione del legno), Titanbagno S.A. (arredobagno).

La delegazione, il cui viaggio si chiuderà al primo novembre, farà due tappe: Shanghai, dal 24 al 27 ottobre, e Pechino, dal 27 ottobre al primo novembre.

Nelle due città i rappresentanti delle aziende riminesi incontreranno, attraverso incontri bilaterali, partners cinesi selezionati sulla base delle richieste delle imprese stesse.
Previsti inoltre seminari alla presenza di esperti legali, finanziari e logistici; incontri con rappresentanti di aziende italiane già operanti in Cina e delle più importanti istituzioni locali; visite aziendali ad industrial park e presso gli stabilimenti dei partners incontrati.
La delegazione sarà accompagnata dalla Dott.ssa in Lingue e Letterature Orientali Michela Parmeggiani dell’Ufficio Export Internazionalizzazione di Assindustria Rimini.

Il viaggio degli imprenditori associati ad Assindustria – spiega l’associazione – rappresenta la fase conclusiva del progetto Cina partito a maggio. In precedenza sono state organizzate iniziative formative ed informative fra cui corsi e seminari.
In seguito, in base alle esigenze espresse dalle aziende che aderiscono al progetto, sono stati selezionati i partners cinesi con i quali le imprese avranno la possibilità di instaurare un rapporto di collaborazione commerciale e/o produttiva.

Il tutto – prosegue la nota di Assindustria – con la consapevolezza che la Cina può essere considerata una meta strategica per tutti i Paesi Occidentali. Questo grazie ad una combinazione vincente di fattori come il basso costo del lavoro, la capacità di impegno dei lavoratori, le competenze e le risorse ingegneristiche, i clusters produttivi, l’abbondanza di terreno a basso prezzo, il clima molto favorevole agli investimenti commerciali.
Senza dimenticare che nel 2003, l’incremento vertiginoso degli investimenti fissi, la crescita della produzione industriale, il boom delle costruzioni e l’aumento delle esportazioni hanno determinato un aumento del Prodotto Interno Lordo del 9,1%.
Elementi che non vanno trascurati e che vanno letti come un’occasione di sviluppo per la propria imprenditorialità.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna