giovedì 17 gennaio 2019
In foto: E’ in corso di svolgimento l’assemblea ordinaria del Collegio dei Costruttori Edili di Rimini. Nell’illustrare ai giornalisti la ripresa del settore rispetto all’anno passato, il presidente del Collegio, Giorgio Forlani, ha evidenziato come il mercato dell’edilizia sia fortemente penalizzato dall’applicazione dell’IRAP e dal lavoro nero.
di    
lettura: 1 minuto
ven 8 giu 2001 21:04 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un operaio regolarmente assunto da una ditta costa all’impresa 5 milioni e 700 mila lire, ma di questi solo un milione e 500 mila lire entrano nelle tasche dell’operaio. Una ditta con dipendenti in nero si trova quindi ad avere dei costi inferiori e può aggiudicarsi più facilmente gli appalti rispetto ad una ditta in regola. Si calcola che il volume d’affari del lavoro sommerso sia stimabile tra il 20 e il 40% di quello complessivo. Forlani ha chiesto alle amministrazioni comunali maggiori controlli sugli appalti e sulle ditte che se li aggiudicano.

ascolta l’intervista

Altre notizie
Un passatello per la ricerca

Quando il passatello diventa solidale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Le proposte di Bimbiarimini

Le proposte di Bimbiarimini

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna