Indietro
sabato 13 luglio 2024
menu
5-6 gradi sopra la media

Prosegue l'ondata di caldo africano. Aumentano le massime e il rischio calore

In foto: repertorio
repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 10 lug 2024 14:54 ~ ultimo agg. 11 lug 11:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il persistere dell’ondata di caldo africano, oltre a temperature massime che restano 5-6 gradi sopra la media stagionale, nei prossimi giorni il disagio bioclimatico che non è il semplice “caldo” aumenterà di intensità anche nel territorio riminese. Secondo la mappa del rischio calore di Arpae, fino a giovedì la provincia di Rimini resterà in una condizione di “disagio” (arancione, il terzo livello su quattro) per quanto riguarda costa e pianura, “debole disagio” su entroterra e colline. Venerdì invece la pianura riminese potrebbe passare al livello rosso, quello più alto: forte disagio, condizione che in questi giorni caratterizzerà anche molte zone della pianura emiliana.

La previsione del rischio calore è basata sull’indice di Thom che descrive le condizioni di disagio fisiologico causate dal caldo-umido. Il disagio bioclimatico, o ondate di calore, si verifica quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione. Queste condizioni climatiche possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione, soprattutto per le persone con difficoltà nella termoregolazione fisiologica o con ridotta possibilità di mettere in atto azioni protettive. (per saperne di più)