Indietro
menu
con il necessaire per dormire

Degrado al distributore automatico di Borgo Marina. Renzi (FdI): andava chiuso da tempo

In foto: 'arredo' per la notte
'arredo' per la notte
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 10 lug 2024 15:43 ~ ultimo agg. 16:04
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gioenzo Renzi, conigliere comunale di Fratelli d’Italia, denuncia “l’ulteriore peggioramento, nel Borgo Marina, delle problematiche di ordine pubblico e degrado urbano” registrate in prossimità del distributore automatico di caffè e bevande, aperto giorno e notte, senza la presenza di responsabili in un negozio di Corso Giovanni XXIII”.
Il distributore, spiega Renzi, “è diventato ritrovo per spacciatori di droga, per immigrati che “bivaccano”, e per sbandati, senza alcun rispetto delle regole della convivenza.
Si registrano: spaccio di droga, esalazioni da fumo di marijuana, sputi sul marciapiede, rifiuti gettati per terra (bicchieri, lattine, bottiglie), bisogni corporali a cielo aperto, ora perfino persone che dormono su cartoni, o materassi adagiati sulle soglie dei negozi (all’angolo tra Corso Giovanni XXIII e via Ravegnani).
Condizioni di degrado estremo, sempre di più incompatibili con la vivibilità dei residenti, il transito dei passanti e con le attività dei negozianti (anche i negozianti bengalesi lamentano disgustati tali episodi)”.
Renzi ricorda le diverse interrogazioni al Sindaco, dal 2020, con le quali ha chiesto “la chiusura dell’inopportuno distributore automatico nel Borgo Marina, oltre a sollecitare interventi e la presenza della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine per la vigilanza e il rispetto della legalità. Nessun risultato!
Deve ancora realizzarsi, l’adeguamento della video sorveglianza (più volte richiesta) per tenere sotto controllo questa situazione di degrado e insicurezza sociale, nonostante i ripetuti annunci (da due anni) dell’Amministrazione Comunale.
L’ invocato impiego delle unità cinofile, funzionale a contrastare gli spacciatori di droga e trovare le sostanze stupefacenti, non ha neppure avuto risposta.
Dinnanzi al degrado crescente, continuiamo a chiedere al Sindaco, per ragioni di ordine pubblico e di vivibilità, la chiusura del distributore automatico nel Borgo Marina.
Provvedimento di chiusura già adottato, dimostrandone la fattibilità, dal Sindaco di Ravenna con l’Ordinanza del 04/02/2019, confermata dal TAR, relativamente alla chiusura di un analogo distributore Automatico nella ziona della Stazione di Ravenna, per contrastare il degrado e favorire la riqualificazione”.
Chiusura provocatoria: “Ma per essere ascoltati dal Sindaco Sadegholvaad, lo stesso che raccoglie le firme per la sicurezza urbana, cos’altro deve succedere nel Borgo Marina?”.