Indietro
martedì 16 aprile 2024
menu
L'intervista degli studenti

Faccia a faccia con Federica Pappacena, Prof, ex pallavolista e conduttrice di Icaro Volley

In foto: Federica Pappacena insieme agli studenti Luca Dalmo e Federico Porcellini
Federica Pappacena insieme agli studenti Luca Dalmo e Federico Porcellini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 mar 2024 12:34 ~ ultimo agg. 23:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Federica Pappacena, ex pallavolista ed attuale insegnante di Storia dell’arte alla scuola “Maestre Pie” di Rimini e co-conduttrice di “Icaro volley”, in onda il martedì sera alle 20:35 su Icaro TV (canale 18), ci ha raccontato la sua esperienza sportiva. Nata a Latina, ha poi girato l’Italia per la pallavolo per approdare in Romagna, dove vive ora.

Cosa prova a condurre la trasmissione “Icaro volley” da ex giocatrice di pallavolo?
“Poter condurre la trasmissione prima con Roberto (Bonfantini, ndr) e adesso con Stefano (Ravaglia, ndr) è una delle esperienze più belle che sto facendo negli ultimi anni perché da ex pallavolista è veramente interessante vedere il vissuto delle altre giocatrici, dare consigli e ritornare soprattutto nell’ambiente sportivo dopo che ormai mi sono ritirata”.

Tre aggettivi per descrivere la sua carriera? “Lunga, faticosa e bellissima”.

C’è qualcosa che cambierebbe del suo percorso sportivo?
“Se potessi cambiare qualcosa del mio percorso penso che mi farei affiancare psicologicamente da un mental coach visto che ogni infortunio della mia carriera è avvenuto in un mio gran periodo di forma, e quindi è stato di natura psicologica”.

Secondo lei è più facile intervistare o essere intervistati?
“È più facile essere intervistati. Per intervistare ci vuole molta preparazione. A me piace fare le cose anche improvvisate, perché poi alla fine tu parli di te stesso, quindi non devi ricercare niente: non devi prepararti, organizzarti, tu dici le cose che senti, come sto facendo in questo momento”.

Federica è sempre stata una persona con molto carisma e una forte personalità, lo dimostra la simpatica storia avvenuta subito dopo la vittoria della Coppa Italia di A2 conseguita con l’Aprilia Volley nel 2009.
“È stata la prima e unica volta in cui ho giocato in serie A, è stata un’esperienza stupenda, che mi ricorderò per sempre. Io in quella finale non ho toccato campo assolutamente, anche se prima avevo giocato nove gare da titolare. Appena alzato il trofeo, mi sono fatta fare miliardi di foto, anche se non avevo giocato. Ricordo che un giornalista mi disse: “ma perché lei che non è neanche entrata è in tutte le foto?” E io l’ho mandato a quel paese”.

Federica Pappacena non ha escluso un suo futuro ritorno in campo.
“Magari un giorno farò una di quelle competizioni, come il CSI, anche se dico sempre che non le farò mai perché penso che quando ti alleni ad un certo livello e dopo vai a giocare con la gente che lo fa per divertimento ci sia troppa differenza di mentalità. Io non sono mai entrata in palestra per divertirmi, per questo motivo ogni tanto mi capitava di litigare con le mie compagne di squadra. Per me la pallavolo è sempre stato un lavoro e continuerebbe ad esserlo anche se nessuno mi dovesse pagare. Per questo motivo in questo momento della mia vita non reggerei tutti quegli allenamenti e non avrei la forza per andare in palestra tutti i giorni”.

Luca Dalmo e Federico Porcellini, studenti delle “Maestre Pie”