Indietro
lunedì 17 giugno 2024
menu
Basket Serie A2

RivieraBanca Basket Rimini-Moncada Energy Agrigento 73-61

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 6 minuti
dom 11 feb 2024 17:30 ~ ultimo agg. 12 feb 18:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 6 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RivieraBanca Basket Rimini-Moncada Energy Agrigento 73-61 (21-16, 22-17, 10-13, 20-15)

IL TABELLINO

RivieraBanca Basket Rimini: Giovanni Tomassini 17 (4/5, 3/5), Alessandro Simioni 14 (5/8, 1/2), Stefano Masciadri 12 (4/4, 0/3), Alessandro Scarponi 9 (0/0, 3/5), Andrea Tassinari 8 (1/1, 2/5), Justin Johnson 4 (2/7, 0/2), Derrick Marks 4 (1/5, 0/4), Simon Anumba 3 (0/1, 1/2), Alessandro Grande 2 (1/3, 0/6), Francesco Pellegrino 0 (0/0, 0/0), Adamu adam Abba 0 (0/0, 0/0), Simone Bonfè 0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 7 / 7 – Rimbalzi: 42 11 + 31 (Justin Johnson 18) – Assist: 17 (Stefano Masciadri 6).

Moncada Energy Agrigento: Lorenzo Ambrosin 16 (6/13, 1/2), Albano Chiarastella 13 (2/2, 3/6), Dwayne Cohill 10 (2/8, 2/2), Davide Meluzzi 7 (2/5, 0/1), Agustin Fabi 5 (0/0, 1/3), Nicolas Morici 4 (2/3, 0/3), Mait Peterson 4 (2/5, 0/0), Jacob Polakovich 2 (1/5, 0/0), Emanuele Caiazza 0 (0/2, 0/0), Alessandro Sperduto 0 (0/0, 0/0), Sadio soumalia Traore 0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 6 / 13 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Lorenzo Ambrosin 7) – Assist: 10 (Lorenzo Ambrosin 5).

I RISULTATI DELLA 1a GIORNATA DELLA FASE A OROLOGIO DEL CAMPIONATO DI SERIE A2 E LA NUOVA CLASSIFICA

RivieraBanca Rimini-Moncada Energy Agrigento 73-61, il servizio

CRONACA

Prima giornata della fase a orologio del campionato di A2. RivieraBanca ospita al Flaminio la Moncada Energy Agrigento di “Batman” Meluzzi, riminese ed ex biancorosso. Il grande ex nelle fila di RBR è invece Alessandro Grande. I siciliani hanno chiuso la regular season con 12 punti (6 vittorie e 16 sconfitte) che nel girone Verde valgono il terzultimo posto in classifica. Rimini è a 18.

Per RBR partono Tassinari, Marks, Anumba, Johnson e Simioni. Per Agrigento partono Cohill, Ambrosin, Morici, Fabi e Polakovich.

La partita. Si parte con un gancio di Simioni (2-0). Per Simioni canestro e fallo subito, imbuca anche l’aggiuntivo: 5-0. Schiacciata di Polakovich per i primi due punti ospiti: 5-2. La tripla di Fabi pareggiai conti: 5-5. Ambrosin da due per il sorpasso: 5-7. Rimbalzo offensivo e altri due punti di Simioni, che ha segnato tutti e sette i punti riminesi: 7-7. Due punti di Masciadri: 9-7. Morici di tabella: 9-9. Tripla di Tomassini: 12-9. Replica con la stessa moneta Chiarastella: 12-12 a -2’10”. Due punti di Masciadri: 14-12. Meluzzi in lunetta per due liberi, fa 2/2: 14-14 a -1’22”. Tripla dall’angolo di Scarponi: 17-14. Bel canestro di Masciadri: 19-14 a -29″. Time out Agrigento. Due punti facili per Chiarastella: 19-16. Canestro sul suono della sirena di Grande: 21-16 al 10′.

Tomassini inaugura il secondo tempino: 23-16. Masciadri fa 2/2 ai liberi e RBR va a +9: 25-16. Polakovich fa 0/2 dalla lunetta. Ambrosin segna e subisce fallo da Scarponi, imbuca anche l’aggiuntivo: 25-19 a -7’06”. Tripla di Scarponi ancora dall’angolo: 28-19. Canestro da due (pesta la linea) di Tomassini e +11 per i biancorossi: 30-19 a -6’08”. Time out Agrigento. Canestro di Ambrosin: 30-21. Gran canestro di Tassinari: 32-21. Simioni sale a nove, su assist di Tassinari, +13: 34-21 a -4′. Ambrosin da due: 34-23. Grande assist di Tassinari per Scarponi, che imbuca la terza tripla dall’angolo, +14: 37-23. Primi tre punti per Cohill: 37-26 a -2’05”. Time out Rimini. Ambrosin dall’arco (12 a livello personale): 37-29. Tripla di Simioni, che sale a 12: 40-29. Ancora Ambrosin a segno, da due: 40-31. Tomassini da tre: 43-31 a -10″. Chiude la frazione il canestro di Cohill sul suono della sirena: 43-33 al 20′.

Per RivieraBanca 11/22 (50%) da due, 6/12 (50%) da tre e 3/3 dalla lunetta, per la Moncada Energy 9/25 (36%) da due, 4/8 (50%) dall’arco e 3/5 (60%) ai liberi. 20-18 per Rimini a rimbalzo.

Cohill a segno dalla media: 43-35. Replica Marks (primi due punti di uno dei due americani di RBR): 45-35. Marks ai liberi fa 2/2: 47-35 a -8’14”. Polakovich fa 0/2 ai liberi, ma Agrigento cattura il rimbalzo offensivo e Chiarastella imbuca la tripla: 47-38. Assist di Masciadri per l’affondata di Johnson, che si sblocca dopo 26 minuti di gioco effettivo: 49-38. Tomassini fino in fondo: 51-38 a -3’30”. Time out Agrigento. Ambrosin sale a 16: 51-40. Peterson da due: 51-42. Canestro di Morici, parziale di 6-0 per gli ospiti: 51-44. Stoppata di Johnson su Peterson. Masciadri da due: 53-44. Fabi va in lunetta a -9″4, fa 2/2: 53-46, punteggio al 30′.

Meluzzi riporta i suoi a -5: 53-48. Triplona di Tassinari: 56-48. Risponde Cohill, sempre da tre: 56-51. Altra tripla di Tassinari: 59-51. Peterson usa bene il piede perno: 59-53. Schiacciata di Simioni: 61-53. Meluzzi fa 1/2 ai liberi: 61-54. Masciadri fa 2/2 dalla lunetta (12 punti a livello personale) e Rimini torna avanti di nove: 63-54. Canestro in contropiede di Meluzzi: 63-56. Tripla di Chiarastella e Agrigento a -4: 63-59 a -4’03”. La tripla dall’angolo di Tomassini ridà fiato a RBR: 66-59 a -3’05”. Time out Agrigento. Johnson da sotto: 68-59. Morici in lunetta fa 0/2 a -1’40”. Gran sottomano di Tomassini, che sale a 17: 70-59. Chiarastella sale a 13: 70-61. Ultimo minuto. Anumba da tre: 73-61. Finisce così. RivieraBanca vince la prima della fase a orologio, è la sesta vittoria nelle ultime sette gare giocate.

Per RBR 18/34 (52,9%) da due, 10/34 (29,4%) da tre e 7/7 ai liberi. Per Agrigento 17/43 (39,5%) da due, 7/17 (41,2%) dall’arco e 6/13 (46,2%) dalla lunetta. 44-35 per RBR a rimbalzo.

RivieraBanca Rimini-Moncada Energy Agrigento 73-61, il dopogara

LA NOTA DI RBR

Il Flaminio ospita la prima giornata della fase a orologio e accoglie tra le sue mura la Moncada Agrigento. Il risultato finale dice per la Rivierabanca Rimini 73-61. Per i romagnoli, top scorer dell’incontro Giovanni Tomassini (17 punti, 3/5 da 3pt e 4/5 da 2pt). Oltre alla sua performance individuale, per Rimini fondamentale è stata la vittoria della disputa a rimbalzo (44 totali catturati contro i 35 ospiti) che hanno permesso nuove opportunità su seconde chance d’attacco per tutti gli effettivi. Per la Moncada Agrigento il miglior marcatore è Lorenzo Ambrosin (16 punti), ma anche capitan Chiaraestella ha contribuito con 13 punti e un 3/6 da 3pt. In festa i supporter del Flaminio, che festeggiano il sesto risultato utile nelle ultime sette partite.

Tipico quintetto per coach Dell’Agnello in avvio: Tassinari, Marks, Anumba, J.Johnson e Simioni, mentre per Agrigento si schierano Ambrosin, Morici, Cohill, Fabi e Polakovich. Partenza all’insegna dell’equilibrio: Simioni scrive i primi 7 punti locali facendo sentire tutta la sua presenza sotto canestro, ma per la Moncada in fila Polakovich, Fabi ed Ambrosin impattano il 7-7 al 6’. In uscita dalla panchina sia capitan Masciadri sia Tomassini si fanno trovare pronti, due punti in tap-in per il primo e una tripla per il secondo. Chiarastella impeccabile, risponde con autorità e da tre punti a Tomassini, ma ancora Masciadri su imbeccata di Grande muove il tabellone riminese (14-12 al 9’). Meluzzi, da ex apporta un 2/2 dalla lunetta, ma il tiro da tre punti di Scarponi dopo un’ottima circolazione offensiva è innescato perfettamente e contribuisce al buon supporto della panchina riminese in questo frangente di gara. A dimostrazione di ciò, il lay up di Grande in penetrazione individuale sancisce il parziale al 10’ di 21-16.

Tomassini da centro area trova la via del canestro poi Masciadri dalla lunetta apre la statistica per la Rivierabanca, prima che Ambrosin aggiunga due punti con libero supplementare. Ciò non è preludio di buone nuove per Agrigento, perché due triple locali di Scarponi prima e Tomassini poi aprono un piccolo divario tra le compagini; successivamente i canestri di Ambrosin e Tassinari contribuiscono ad arricchire il punteggio (32-21 al 16’). Non è tutto: il playmaker centese imbecca Simioni sotto le plance per un altro facile lay up prima che, nel ribaltamento di fronte, Scarponi dall’angolo trova con precisione il fondo della retina da dietro i 6,75 (37-23 al 18’). Incassato il colpo, Agrigento cerca di rispondere nella seconda metà del quarto: da segnalare 5 punti a testa per Ambrosin e Cohill che portano linfa agli ospiti, ma anche una tripla ciascuno di Simioni e Tomassini servono ad attutire la ritrovata verve dei siciliani. All’intervallo è 43-33 per i romagnoli.

Cohill e Marks, gli esterni americani accendono la ripresa. Chiarastella dopo rimbalzo d’attacco realizza la tripla della scossa (47-38 al 25’). Sin qui l’unico che ancora era rimasto fuori dalla contesa è J.Johnson che, con 4 rimbalzi offensivi nel quarto ed una schiacciata a due mani prova a riconsegnare l’inerzia dell’attacco a Rimini (49-38 al 27’). Fuoco di paglia, perché l’intento è stato sornione e la Moncada sul finire di 3° quarto piazza il break: Ambrosin, Peterson e Morici collezionano insieme 8 punti, mentre per la Rivierabanca solo un tiro di Masciadri dalla media condiziona lo score locale, troppo poco per garantire ai romagnoli un approccio all’ultima frazione disteso.

Meluzzi, da ex, apre il quarto con due punti importanti, ma il playmaker con cui lo scorso anno si divideva la scena, Tassinari, segna una tripla di capitale importanza (56-48 al 31’). Sulla scia delle percentuali balistiche sin qui avute in apertura di quarto, Cohill segna da dietro i 6,75 un canestro che conduce la partita verso il testa a testa finale. Tassinari dà ancora ossigeno da 3 punti a Rimini, ma per gli ospiti Peterson, tre punti in fila ripartiti in due azioni da Meluzzi ed una bomba di Chiarastella riducono il passivo per Agrigento sul 63-59 al 36’. Reagisce Rimini al break subito con una tripla di Tomassini e due punti in semi gancio di J.Johnson che riallontanano la Moncada (68-59 al 39’). È la sterzata decisiva al match, che non permette ad Agrigento di ritrovare le giuste contromisure per competere più sul punto a punto finale. Nell’ultimo minuto, da segnalare due punti di Chiarastella ed un tiro da tre punti di Simon Anumba. Il finale è biancorosso, 73-61 per la Rivierabanca.

Ufficio Stampa Rivierabanca Basket Rimini