Indietro
venerdì 14 giugno 2024
menu
Calcio Promozione

Sampierana: in Coppa il debutto del portiere Enrico Golinucci

In foto: Enrico Golinucci
Enrico Golinucci
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 21 set 2023 19:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’ultimo volto nuovo in casa Sampierana è il portiere Enrico Golinucci, classe 1994, lo scorso anno baluardo del Novafeltria e in precedenza in D al Romagna Centro, in Eccellenza al Classe oltre che al Diegaro in Promozione. Un giocatore di categoria che con Zammarchi si contenderà la maglia da titolare. Mercoledì ha debuttato nel 4-1 rifilato alla Due Emme in Coppa Italia.

Golinucci, una vittoria senza problemi dopo quella sofferta contro il Misano…
“C’è stato del turn over su entrambi i fronti, abbiamo giocato una buona partita ma si può migliorare: in fase offensiva, ad esempio, dobbiamo essere più cinici. Il gol subito è nato da una nostra disattenzione nel finale a punteggio acquisito: non si deve mollare fino al triplice fischio finale”.

Che giudizio dà della sua nuova squadra?
“La Sampierana è una buona squadra, la scorsa stagione ha fatto un campionato ottimo e si è rinforzata. Ma per vincere non basta: devi stare sul pezzo sempre, anche in allenamento, curare i dettagli, mai dare nulla per scontato perché in questo campionato regna un grande equilibrio. Si è visto contro il Misano: abbiamo stretto i denti e alla fine abbiamo preso i tre punti. La qualità tecnica paga se accompagnata alla cattiveria agonistica, al temperamento”.

Conosce qualcuno dei nuovi compagni?
“Con Zammarchi ci conosciamo dai tempi del Romagna Centro, nelle giovanili ci allenavamo insieme pur essendo lui più grande. C’è un rapporto di stima e rispetto reciproco. Ho allenato nelle giovanili del Forlì alcuni dei nostri under: sono veramente bravi e per crescere devono ascoltare i consigli dei compagni più esperti”.

Le caratteristiche di Golinucci? La sua condizione?
“Mi ritengo un portiere completo, di categoria, reduce da un’ottima stagione con il Novafeltria. Sono contento della chiamata da parte della Sampierana, un club solido, che ambisce al salto di categoria che si merita per i suoi investimenti e per la cura del settore giovanile. Cerco di mettere al servizio della squadra e soprattutto della difesa la mia esperienza: con i compagni di reparto in campo parlo molto per essere il più affiatati possibile. Per quanto mi riguarda, non ho svolto la preparazione, mi sto allenando per trovare la migliore condizione. Se il mister mi chiama, sono pronto”.

A proposito di fase difensiva: la Sampierana ha già subito sette reti. Troppe.
“Dobbiamo migliorare senza dubbio, magari rischiare meno in certi frangenti ed essere, per così dire, meno puliti nella giocata ma più efficaci”.

Domenica sfida in casa contro il Forlimpopoli…
“Un osso duro, una squadra con bravi giocatori, che ha fatto bene la stagione scorsa. Per vincere bisognerà fare il massimo e curare ogni dettaglio”.