Indietro
giovedì 21 settembre 2023
menu
289 i velisti partecipanti

O'pen Skiff World Championship nella storia della città di Rimini

In foto: La sfilata degli italiani
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 16 lug 2023 23:31 ~ ultimo agg. 23:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con una scenografica cerimonia di inaugurazione, svoltasi interamente nel centro storico, la città di Rimini ha dato il benvenuto ai 289 giovani velisti da 14 Paesi che, da domani a venerdì prossimo, gareggeranno nello spazio acqueo antistante Piazzale Boscovich in occasione degli O’pen Skiff World Championship 2023.

Alle 17 tutti i concorrenti, bandiere alla mano e calzate le rispettive divise, hanno sfilato lungo Corso Augusto, partendo dall’omonimo Arco, dietro alla banda cittadina e alla coreografia dei legionari, voluta dagli organizzatori per sottolineare il legame di Rimini, città fondata dai Romani, e la sua storia di cui anche questo importante evento entra a far parte.

Dopo circa mezz’ora, il corteo è arrivato alla piazza sull’acqua di Ponte Tiberio, dove è avvenuto il taglio del nastro che ha ufficializzato l’inizio della kermesse iridata alla presenza delle massime Autorità Cittadine, Militari e Sportive.

È toccato a un ospite d’onore leggendario, come Sir Russell Coutts, salutare i quasi 300 giovani velisti che da domani si sfideranno per il titolo mondiale. Il fuoriclasse neozelandese, oro olimpico e 5 volte vincitore della Coppa America, è a Rimini in veste di allenatore della nazionale giovanile kiwi, in gara con 7 concorrenti. “La vela per voi deve essere prima di tutto divertimento e fonte di apprendimento di valori fondamentali – ha detto Coutts ai ragazzi – E’ un piacere essere qui a Rimini, ringrazio moltissimo il Club Nautico Rimini per l’ottima organizzazione, tutti i nostri ragazzi non vedono l’ora d scendere in acqua e di conoscere il campo di gara riminese. Auguro a tutti voi buon divertimento”.

L’esordio è stato con il botto ma la cerimonia è proseguita con altrettante sorprese. Se il taglio del nastro è stato affidato non alle Autorità ma ai 14 velisti alfieri del circolo organizzatore, Gianfranco Santolini, Presidente del Club Nautico Rimini (CNR), e Guido Sirolli, Presidente della Classe O’pen Skiff, hanno voluto svelare “Arimino”. Questo il nome della colorata mascotte voluta dagli organizzatori per rendere più memorabile e vicino ai giovani questo evento, che rientra fra i più importanti del calendario sportivo nazionale. Arimino nasce dalla matita del noto designer romagnolo Aldo Drudi e raffigura un giovane soldato romano a bordo di un moderno skiff da vela, un filo rosso che collega idealmente il campionato alla cultura, al territorio, al passato ma anche al futuro.

A concludere la suggestiva attivazione sono stati i ballerini di Rimini Dance Company, che hanno approntato uno spettacolo danzante moderno con richiami alle danze folkloristiche, polca e mazurka e agli “sciucaren” della tradizione romagnola.

Da domani prenderanno il via le gare, che andranno avanti con 2 manche al giorno, su percorsi tecnici, fino a venerdì 21 luglio, giorno della premiazione. I due campi di gara verranno posizionati negli specchi acquei a Nord e a Sud il Porto Canale di Rimini e un villaggio “diffuso” dall’imboccatura del porto alla sede del Club è stato allestito grazie al contributo dei sostenitori, animando la settimana di competizioni anche a terra, nel pre e nel post regata, con varie attività di intrattenimento e servizi.

Info e classifiche: https://worlds2023.openskiffclass.org/

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI
Gianfranco Santolini, Presidente CNR: “Grazie a tutti voi per essere venuti a Rimini. Questo è uno spettacolo che abbiamo presentato per voi in un posto in cui la nostra storia e il mare si toccano. Ci piacerebbe che possiate sentirvi anche voi parte della storia moderna di Rimini. Ringrazio lo staff del Club Nautico, che ha reso possibile questa organizzazione, e ringrazio la Classe O’pen Skiff, senza il suo appoggio tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Guido Sirolli, Presidente O’pen Skiff Class: “Dichiaro ufficialmente iniziato l’evento più importante che la Classe Italiana abbia organizzato da quando è nata nel 2008. Numeri da record, 289 partecipanti da 14 nazioni, due flotte su due campi gara da gestire, anche questa è una novità. Insomma, è un momento magico per noi, di ripresa e di crescita dopo il Covid. Mi preme ringraziare tutti gli Organizzatori e i sostenitori ma anche i genitori e gli allenatori dei ragazzi, motori trainanti che permettono al mondo O’pen Skiff di svilupparsi a questa velocità”.

Claudia Giordani, Vicepresidente CONI: “È un onore essere qui con voi per condividere questa bellissima giornata, soprattutto se la cornice è anche così affascinante e ricca di storia e di tanta energia giovane. Porto i saluti del Comitato Olimpico Nazionale che è vicino alla Federazione Vela per questo appuntamento internazionale così significativo. Gli eventi sportivi giovanili, soprattutto a livello mondiale, sono davvero la testimonianza di come lo sport sia davvero in grado di andare oltre tutte le barriere. Auguro a tutti questi giovani atleti di sperimentare una esperienza indimenticabile perché avete la fortuna di potervi partecipare”.

Giuseppe D’Amico, Vicepresidente Federazione Italiana Vela: “Benvenuti in Italia, ragazzi! Per me è veramente un piacere avere il mondiale O’pen Skiff in casa, anni fa ho lavorato in prima persona per costituire la classe internazionale, amo questa deriva, ringrazio di cuore i Presidenti Santolini e Sirolli per aver messo a segno un progetto molto importante per il nostro movimento sportivo giovanile”

Giammaria Manghi, Capo della Segreteria Politica di Presidenza in Regione Emilia Romagna: “Grazie a tutti gli Organizzatori, abbiamo sostenuto con piacere questo progetto organizzativo perché, nel grande investimento sullo sport, soprattutto in Romagna il mare e la vela rivestono un ruolo importante. Soltanto quest’estate, trovano spazio la nostra Riviera due eventi mondiali e uno italiano legati al mare. Un altro grande motivo di soddisfazione per noi è quello di aver contribuito a legare il mare, elemento identificativo del nostro territorio, allo sport giovanile. Crediamo molto nel suo valore educativo, formativo e di accompagnamento alla crescita dei nostri ragazzi e ragazze”.

Moreno Maresi, Assessore allo Sport del Comune di Rimini: “Un grazie a tutti i promotori del campionato e soprattutto un caloroso abbraccio di benvenuto a questi bellissimi ragazzi che provengono da ogni angolo del mondo. Credo che soltanto dei riminesi tanto appassionati e determinati potevano pensare di portare il mondiale O’pen Skiff qui a Rimini e nel bel mezzo della nostra stagione estiva. Il mare e lo sport fanno parte del nostro dna e questo mondiale credo sia il miglior modo per confermare Rimini come terra di storia, cultura e turismo ma anche di mare e di sport”.