Indietro
sabato 18 maggio 2024
menu
289 concorrenti

Ben 14 velisti del Club Nautico Rimini in acqua al Mondiale O'pen Skiff in casa

In foto: Atleti riminesi in azione sugli O'Pen Skiff
Atleti riminesi in azione sugli O'Pen Skiff
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 13 lug 2023 13:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Su un parterre di 289 concorrenti, cifra record fatta registrare dall’edizione 2023 del Campionato Mondiale O’pen Skiff, il Club Nautico Rimini (CNR), organizzatore dell’evento, schiera sulla linea di partenza una squadra composta da 14 elementi:

Under 12: Svyatoslav Yasnolobov, Leonardo Casadei, Vittoria Silvestri, Federico Monti, Giuliana Minelli
Under 15: Federico Poli, Mattia Monti, Marco Migliori, Paula Migliori, Niccolò Costa Zaccarelli, Bianca Paesani, Leonardo Lucchini
Under 17: Greta Poli, Vittoria Cartelli

Un numero importante che ripaga la scelta del CNR, tra i primi a credere nella classe O’pen Skiff (2011), per l’avvicinamento dei più piccoli alla vela e per la sua promozione. Preparati dall’allenatrice Laura Pennati, i giovani velisti riminesi vengono da una stagione intensa di regate del Circuito italiano e competizioni a squadre. Per alcuni di loro, l’ultima fatica agonistica è stata la regata nazionale di Cagliari, conclusa lo scorso 2 luglio, dove si sono messe in luce fra gli Under17 le atlete Greta Poli e Vittoria Cartelli e fra gli Under 15 Paula Migliori e Federico Poli.

Degli Under 15 di casa, Mattia Monti è quinto nella ranking nazionale. È però tra i più giovani Under 12 che il CNR trova il suo atleta più costante nei risultati di questa stagione. Si tratta del giovanissimo Svyatoslav Yasnolobov, che scenderà in acqua per la sua Nazione, l’Ucraina, con i colori del Club Nautico Rimini.

“Per ognuno di loro partecipare a un Campionato del Mondo a Rimini, in casa, sarà una grande emozione – sottolinea Andrea Musone, Vicepresidente e Direttore Sportivo del CNR -. Ma sarà soprattutto un’esperienza altamente formativa: avranno la possibilità di confrontarsi e competere con giovani di tutto il mondo che per una settimana coloreranno la nostra costa”.