Indietro
giovedì 25 luglio 2024
menu
Calcio Promozione

L'attaccante Alain Cano: "Sampierana ambiziosa, ho accettato la sfida"

In foto: Alain Cano
Alain Cano
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 28 giu 2023 19:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Avevo altre proposte anche da club di categoria superiore, ma la serietà e le ambizioni della società, la indubbia qualità della rosa e l’obiettivo dichiarato del salto di categoria, mi hanno convinto in fretta”.

Così il forte attaccante italo albanese Alain Cano, classe 1998, uno dei rinforzi estivi della Sampierana. Ha militato nelle giovanili di Perugia, Gubbio e Sansepolcro con cui ha vinto il campionato Juniores, in Eccellenza nel Lama e nel Sansepolcro con cui ha perso la finale playoff per la promozione in serie D proprio contro il Lama e infine nell’ultima stagione in Promozione umbra nel Castello Calcio San Secondo (la squadra di Città di Castello dove abita Cano che lavora a Sansepolcro): 13 reti in 16 partite nella seconda parte del campionato.

Alain Cano, le sue caratteristiche tecniche? “Sono un attaccante mancino, ma calcio anche di destro. Mi piace svariare su tutto il fronte di attacco per non dare punti di riferimento all’avversario, il fraseggio con i compagni e l’uno contro uno per la conclusione in porta. Il tiro potente e a giro, in area so farmi valere ed ho una buona dose di scaltrezza. Calcio i rigori e segno anche di testa (è alto 1,82). In che cosa posso migliorare? Nell’aspetto agonistico, devo alzare l’asticella del temperamento”.

Il suo modello di attaccante?
“Antoine Griezmann dell’Atletico Madrid, mancino come me. In assoluto Messi è il campione che preferisco”.

Ha parlato con mister Barontini?
“Certamente, mi ha spiegato la qualità delle avversarie, il tipo di girone in cui prevale l’aspetto tecnico rispetto a quello umbro e toscano in cui l’agonismo e il temperamento sono componente fondamentale. Mi ha raccontato il duello con il Gambettola, la beffa dei playoff, mi ha detto chiaro e tondo che la Sampierana vuole vincere e si è rafforzata per centrare questo obiettivo. Cercherò in tutte le maniere di dare il mio contributo alla causa”.

Conosce qualcuno dei nuovi compagni?
“Simone Braccini con cui ho giocato assieme a Sansepolcro in Eccellenza. Era allora fuori categoria, penso che in Promozione sarà un protagonista assoluto”.