Indietro
menu
mercoledì 31 maggio

Rimini per la Pace. Al Fulgor la lectio magistralis di Andrea Riccardi

In foto: Andrea Riccardi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 30 mag 2023 11:16 ~ ultimo agg. 12 giu 09:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rimini per la pace è il titolo della lectio magistralis promossa dal Comune di Rimini e dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna che avrà come protagonista lo storico e studioso Andrea Riccardi, fondatore della comunità di Sant’Egidio, già Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione dal 2011 al 2013, nonché cittadino onorario del Comune di Rimini dal 7 marzo del 2000.  

A fare gli onori di casa, domani, mercoledì 31 maggio alle ore 18.15 al Cinema Fulgor (Corso d’Augusto, 162), saranno il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad e la presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti che apriranno la riflessione su un tema estremamente attuale in un momento storico complesso, segnato da conflitti, tensioni tra popoli e una drammatica guerra alle porte d’Europa. Aderisce all’iniziativa la Rete della Pace di Rimini.  

Il nome di Andrea Riccardi è legato indissolubilmente alla Comunità di Sant’Egidio, di cui è stato fondatore nel 1968, una realtà da sempre in prima linea per la promozione della pace e del dialogo, oltre che per numerosi progetti di sviluppo nel Sud del mondo. In particolare, Riccardi ha avuto un ruolo di primo piano nella mediazione in diversi conflitti, contribuendo al raggiungimento della pace in alcuni Paesi quali il Mozambico, il Guatemala, la Costa d’Avorio e la Guinea. Un impegno che gli è valso anche numerosi premi internazionali, di cui, il più prestigioso, il Karlspreis, premio Carlo Magno, assegnatogli nel 2009. La rivista statunitense ‘Time’ nel 2003 lo ha inserito nell’elenco dei trentasei ‘eroi moderni’ d’Europa che si sono distinti per il proprio coraggio professionale e impegno umanitario.  

L’incontro sarà l’occasione per far partire proprio da Rimini – una terra che ha conosciuto il carico di sofferenze e di devastazioni che la guerra reca con sé, diventando nel 1961 Città Medaglia d’Oro al Valor Civile – un messaggio di pace e una riflessione critica e non banale sugli scenari internazionali che oggi si prefigurano.  

Da Rimini, insieme al professor Andrea Riccardi, senza dubbio una delle voci più autorevoli e credibili sul tema della pace, lanciamo una ‘chiamata alla concordia’ che speriamo possa essere ascoltata da tutto il Paese: noi diamo il nostro contributo – è il commento del Sindaco del Comune di Rimini, Jamil Sadegholvaad Oggi credo che la più grande arma da utilizzare contro le guerre, contro gli atti criminali, sia la negoziazione, quel mettersi attorno a un tavolo che solo la diplomazia internazionale può ambire a percorrere. Non è questione di candore morale o di astrattismo concettuale, ma una necessità urgente, impellente, in un mondo che vede ancora troppe vittime evitabili. Libertà, democrazia, solidarietà, ripudio della guerra, della violenza e della crudeltà: la Costituzione italiana si erge su questi pilastri ideali, una delle più preziose eredità che ci lasciano i nostri padri e che abbiamo il compito di far ‘vivere‘”. 

Attraverso questa iniziativa vogliamo sottolineare la nostra attenzione nel creare situazioni di riflessione collettiva volti a sensibilizzare sul tema della pace – sottolinea Emma Petitti, presidente Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna  –. La pace è una costruzione continua che va alimentata con un lavoro quotidiano e si può generare a partire dai gesti più semplici, dai singoli individui fino alla collettività. Il senso di partecipazione e condivisione aiuta a far sì che la pace venga percepita come un obiettivo comune a cui è necessario aspirare. La pace e la democrazia non sono mai acquisite per sempre: occorre tenere alta l’attenzione e salda la memoria. A livello istituzionale, oltre che personale, credo nell’importanza di sostenere, realizzare e promuovere iniziative che mirano a diffondere questi valori, affinché ogni percorso non vada perso nel tempo. La presenza del professore Andrea Riccardi a Rimini rappresenta quindi una preziosa occasione di cui dobbiamo fare tesoro”.  

La Rete Pace Rimini è composta da: ACLI Rimini, AGESCI Zona di Rimini, ANPI Rimini, ARCI Romagna Cesena Rimini APS, Associazione Papa Giovanni XXIII, CGIL Rimini, CISL Romagna, Comitato Provinciale ANPI Rimini, Coordinamento Democrazia Costituzionale Rimini, Emergency Gruppo di Rimini, Federconsumatori Rimini, Il Borgo della Pace, Istituto di Scienze dell’Uomo Rimini, ITACA, Libera Rimini, Libertà e Giustizia Rimini, Manifesto Contro l’Odio e l’Ignoranza, Socie e soci Rimini/San Marino Banca Etica, UIL Rimini, Vite in transito.  

Meteo Rimini
booked.net