Indietro
mercoledì 24 luglio 2024
menu
Calcio Eccellenza

Pietracuta-Valsanterno 2-1

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 2 apr 2023 19:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Pietracuta-Valsanterno 2-1

IL TABELLINO
Pietracuta: Amici, Fabbri Fe., Giannini (56’ Stavola), Fabbri Fr., Giacobbi, Masini, Contadini (62’ Zannoni), Fabbri Fi., Bellavista (65’ Tomassini), Louati (75’ Fratti), Evaristi.
A disp.: Fabbri D., Galli, Pasolini, Cobo L.
All.: Fregnani.

Valsanterno: Sammarchi, Valentini, Capasso (28’ Callegari), Ragazzini T. (55’ Borini), Resta, Zaganelli, Castaldo, Suzzi (55’ Simone), Tonini M. (65’ Cataldi), Pasotti, Bali.
A disp.: Tonini A., Sini, Ragazzini F., Betti, Righetti.
All.: Biagi.

Arbitro: Hafidi della sez. di Ravenna. Reti: Evarsiti 50’, Bali 56’, Fabbri Fi. 78’.

Note. Al 18’ Amici para un rigore calciato da Tonini. Espulsi Fabbri Filippo al 79’ e Cataldi al 90’.

Ammoniti: Giannini e Zaganelli. Recupero 2’ e 7’.

CRONACA E COMMENTO
Con la sofferta vittoria ai danni del lanciatissimo Valsanterno, il Pietracuta mette il sigillo aritmetico ad una salvezza che ad inizio stagione in pochi pensavano potesse arrivare con tre giornate d’anticipo rispetto alla fine. La posta in palio era quindi altissima, in particolare per gli ospiti valligiani che sognavano di coronare la rincorsa alla zona playout già da questa giornata ma che avranno ancora altre occasioni per provarci, in particolare alla penultima che li vedrà impegnati nello scontro diretto con il Classe. Nonostante la fase avanzatissima di stagione, le due squadre hanno dato vita ad un incontro vivace, reso purtroppo via via più nervoso da un metro arbitrale con la tendenza a non sanzionare interventi chiaramente fallosi.

La prima emozione vede gli ospiti protagonisti al 5’, con Bali che crossa per la spaccata ravvicinata di Castaldo ma Amici è pronto alla respinta. Sul versante opposto ci prova Giacobbi di testa ma la mira è imprecisa. Al 9’ Evaristi da fuori area prova la battuta al volo, senza indovinare lo specchio della porta. Ancora Pietracuta pericoloso al 13’ con un colpo di testa di Filippo Fabbri, respinto da Sammarchi. Occasionissima per il Valsanterno al 18’, quando sugli sviluppi di uno schema da calcio piazzato un contrasto in area tra Fabbri Filippo e Bali viene giudicato punibile con il calcio di rigore. Dal dischetto calcia Tonini ma Amici si distende e para. Il momento positivo del Valsanterno prosegue al 28′ quando Tonini crossa per Bali che prova a sorprendere Amici di tacco ma il nazionale sammarinese è ancora reattivo nella respinta. Nel finale di frazione si rivede il Pietracuta in avanti con una bel cross di Bellavista sul quale Louati arriva con un attimo di ritardo.

Nella ripresa Evaristi, spostato in avanti da Fregnani, diventa protagonista di numerose giocate sopraffine, a partire dalla rete che segna al 48’ annullata per chiaro fuorigioco. Due minuti più tardi però la ripartenza dell’enfant du pays, oltre che regolarissima, è estremamente efficace, tanto da fruttare la rete del vantaggio con superamento di Sammarchi e deposito della palla nella porta sguarnita. La reazione degli ospiti è subitanea. Al 56′ il vivacissimo Bali controlla in area e batte Amici con un destro teso e angolato. Bali ci prova nuovamente al 64′ ma questa volta la sua conclusione sorvola la traversa. Lo scatenato attaccante ospite al 73′ prova la soluzione da fuori area sulla quale Amici interviene con una parata tutt’altro che semplice. Nel Pietracuta entra capitan Fratti e alla prima sortita offensiva confeziona un assist al bacio per l’accorrente Filippo Fabbri, lesto ad incornare in rete. L’esultanza con i supporter rossoblu costa però al centrocampista locale una seconda ammonizione a dir poco fiscale. Il finale di gara è giocato prevalentemente nella metà campo locale, dove il neo entrato Cataldi prova a fare a sportellate con tutti. Su di un contrasto in area il direttore di gara ravvede un comportamento dell’attaccante valligiano meritevole di cartellino rosso ed il giocatore reagisce inseguendo per il campo Evaristi con il chiaro intento di aggredirlo. La fase convulsa termina e si giocano gli ultimi minuti di recupero che da 7 si allungano a 9 ma che non cambiano il risultato finale.