Indietro
menu
il mare si innalza

Maltempo, la situazione a Rimini. Chiusi gli accessi al parco Marecchia

In foto: il porto di Rimini questa mattina (@newsrimini)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 23 gen 2023 14:18 ~ ultimo agg. 15:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Rimini Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, tecnici del Comune e di Anthea sono operativi da questa mattina per far fronte all’emergenza meteo legata in particolare al vento e alla criticità idraulica, conseguenza delle persistenti piogge sul territorio in particolare da sabato pomeriggio. La struttura comunale della protezione civile ha subito attivato la fase d’attenzione per seguire la condizione delle strade e in generale dell’intero territorio.

Le principali criticità si sono registrate nella zona di Viserba e in particolare con l’allagamento del sottopasso di via Genghini-Curiel immediatamente chiuso al traffico veicolare e pedonale. Gli uomini della protezione civile si sono attivati con le idrovore per liberare il sottopasso dall’acqua. Sempre a Viserba si sono verificati allagamenti nella zona di via Bologna, in corrispondenza di alcune intersezioni.

Nella mattinata si sono registrati allagamenti al parco Marecchia: a livello precauzionale sono stati chiusi tutti gli accessi, transennati dagli operatori che stanno presidiando tutta la zona. 

Sotto osservazione il letto del fiume Mavone, nella zona del Borgo dei ciliegi a Vergiano, arrivato al massimo della sua portata e costantemente monitorato da una squadra della Protezione civile.

Da sabato pomeriggio a questa mattina sul territorio comunale sono precipitati dagli 80 ai 120 millimetri di pioggia, mentre oggi si è registrato un calo delle raffiche di vento, che ieri ha comunque raggiunto picchi fino a 60 km/h.

E’ invece stato il mare a registrare un livello record: alle 10 di questa mattina, in concomitanza con il picco di alta marea, il mare ha avuto un innalzamento medio massimo di 250 cm. Una mareggiata che ha sovraccaricato i fiumi e canali, che hanno avuto maggiori difficoltà a recapitare in mare le piogge. Ciò nonostante il sistema interno del canali e dei fiumi ha retto complessivamente l’urto. In queste ore si sta registrando un lento deflusso delle piene che nelle ore precedenti avevano superato la soglia di allerta ‘gialla’.

 

E’ stata emessa una nuova allerta  “gialla”  per criticità idraulica e per criticità idrogeologica per tutte le zone e per la costa. Per domani, in considerazione delle consistenti precipitazioni dei giorni scorsi, sono previsti livelli idrometrici superiori alla soglia 1 nei tratti vallivi dei bacini romagnoli.

Tutte le informazioni nel portale della Regione Emilia Romagna https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it