Indietro
martedì 31 gennaio 2023
menu
I voti dei biancorossi

Cesena-Rimini 1-0, le pagelle di Cesare Trevisani

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 8 gen 2023 17:39 ~ ultimo agg. 9 gen 17:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

GALEOTTI 6. Primo tempo senza grandi rischi e con un paio di interventi sicuri su palle nei pressi della porta. All’alba della ripresa salva d’istinto su Tanasa, poi capitola senza colpe sulla rovesciata di Prestia.

TOFANARI 6. Aspetta Calderoni e lo tampona con profitto. Ha gamba e mentalità per stare dentro ad una partita del genere ed esce con onore.

PANELLI 6. Se la cava contro attaccanti difficili da leggere e molto mobili. Dopo un avvio guardingo prende metri nell’impostazione e si propone con profitto. Ripresa più complicata, ma sempre condotta col giudizio necessario e la personalità di chi se la vuol giocare fino in fondo.

ALLIEVI 6,5. Esce dalla posizione più del solito, ma coi tempi giusti e anche un paio di amnesie. Svetta sulle palle alte svetta con senso della posizione. Mette in campo anche la personalità che serve in gare del genere.

REGINI 5,5. Anche sul fianco sinistro la scelta è aspettare e su Zecca svolge il compito. Nello stretto e con pressione trova precisione nei disimpegni. Calo vistoso nella ripresa quando Toscano ha ravviva quella corsia e lui finisce sott’acqua.

DELCARRO 6,5. Più decentrato rispetto al solito. Limita le incursioni in un primo tempo nel quale la vigorìa fisica comandava su tutto. Si scuote nella ripresa, quando si carica in spalle il Rimini che per venti minuti abbondanti comanda la partita.

TANASA 6. Bianchi gli gira dietro le spalle ed è un pericolo costante. Lui decide di restare più alto e la scelta paga perché grandi occasioni non arrivano. Esce stremato nel finale. Spesso è sulle traiettorie giuste per spezzare le trame bianconere, gli è mancata la precisione per convertire le riconquiste in ripartenze.

ROSSETTI MATTEO 7. Nella guerriglia del primo tempo è la trave portante del Rimini. Prende un giallo in avvio per una scaramuccia con De Rose e poi deve controllarsi. Peccato che all’avversario venga risparmiato il secondo giallo proprio su un brutto fallo su di lui. Prestazione da derby.

GABBIANELLI 4,5. Non entra in partita, questione di ritmo e di atteggiamento rispetto a ciò che chiedeva una partita del genere. Anche sui piazzati non è preciso come dovrebbe. Resta in campo fino alla fine, con la speranza che arrivasse un guizzo che invece è rimasto in canna.

SANTINI 5,5. Nel primo tempo agisce da disturbatore più che da attaccante, contro una difesa che è complicato sorprendere. La prima palla buona ce l’ha a metà ripresa, ma il suo destro sfila di niente. Resta la sensazione che accoppiato a Vano non trovi le condizioni per esprimersi con efficacia.

VANO 6,5. Al decimo ha la palla per sbloccare il derby e invece la manda fuori davanti a Tozzo. Due minuti dopo prende un giallo sciocco per proteste. Su questi due episodi negativi costruisce la migliore prestazione della stagione, zeppo di aggressività positiva, rischiando qualcosa ma col vigore necessario contro una difesa super. Esce molto, molto deluso.

ROSSETTI MATTIA 6. Debutto immediato. A 15 dalla fine spreca un contropiede su cui si era catapultato Delcarro e comunque si propone e gestisce palla con precisione. Da rivedere, ma al battesimo del derby ha dato segnali di presenza.

EYANGO 5. Pochi minuti, ma il tempo giusto per combinare due pasticci.

SERENI SV..

PISCITELLA SV.

LAVERONE SV.

Cesare Trevisani