Indietro
martedì 5 marzo 2024
menu
Campionato Uisp Rimini

A.C. Arzòn-Rose & Crown 2-7

In foto: L'Arzòn
L'Arzòn
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 25 gen 2023 12:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si ferma dopo tre vittorie consecutive la corsa dell’A.C. Arzòn nel Campionato Uisp di Rimini.

Decimata dagli infortuni (ben nove gli assenti), la squadra riccionese affronta la seconda della classe. I ragazzi di mister Cevoli ci mettono grinta e cuore, ma non basta per arginare il Rose & Crown, che nei primi dieci minuti di gioco mette a segno un micidiale uno-due. L’Arzòn cerca di giocare e crea due palle gol con Daniele Mazzoli e Mustafa Zaoui, sventate dal portiere avversario. Nel primo tempo l’Arzòn tiene bene il campo ma non riesce a dettare il gioco. Il primo tempo si conclude così sul 2-0 per il Rose & Crown.

Nella ripresa mister Cevoli cerca di spronare la squadra, che va alla ricerca del gol che potrebbe riaprire la contesa, ma il Rose Crown è cinico e nel giro di dieci minuti mette a segno tre gol in rapida successione, portando il parziale sul 5-0. L’Arzòn con un gran tiro dalla distanza di Sonny Ricotti, che si insacca sotto l’incrocio, accorcia le distanze. Dura poco però lo scossone e su un’azione rapida il Rose & Crown segna la sesta rete. Mister Cevoli cerca di cambiare qualcosa con le sostituzioni: su un’azione dalla destra cross di Mustafa Zaoui, Mirco Magi aggancia in area e segna con un pallonetto il 2-6. Negli ultimi minuti il Rose & Crown con una bella rasoiata sigla il definitivo 7-2. La squadra riccionese negli ultimi minuti cerca di segnare la terza rete con una punizione di Kevin Muccioli, ma il portiere avversario dice no. Finisce così con una brutta sconfitta per l’A.C. Arzòn.

“È una sconfitta dura da digerire – commenta nel dopogara l’allenatore dei riccionesi, Cristian Cevoli, ma sono consapevole che i miei ragazzi ci hanno messo cuore e grinta, non posso rimproverare loro nulla. Ora spero di recuperare gli infortunati, siamo pronti a tuffarci nuovamente nella nostra rincorsa in classifica. Pensiamo già alla prossima sfida, consapevoli delle nostre possibilità e con la speranza di portare a casa il risultato”.