Indietro
domenica 5 febbraio 2023
menu
Calcio Promozione

Si ferma ad otto la striscia utile consecutiva del Sant'Ermete

In foto: Sant'Ermete
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 dic 2022 16:11 ~ ultimo agg. 16:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Federico Bascioni, classe 2002 è sicuramente uno dei rinforzi più importanti arrivati nel mercato di riparazione in quel di S. Ermete. L’attaccante dopo essersi formato, facendo tutta la trafila, nel settore giovanile della Savignanese, aveva iniziato la stagione sempre in Promozione nella vicina Verucchio.

L’attaccante è andato subito a bersaglio nel penultimo turno, quando i verdi avevano liquidato a domicilio l’ostacolo Bellari.

Il centravanti aveva destato un’ottima impressione come del resto tutta la squadra di Mancini, anche se purtroppo la stessa partita non è stata ripetuta domenica scorsa in casa del Verucchio: “A mio avviso – afferma Bascioni la gara di domenica è stata preparata nel modo giusto ed eravamo pronti per proseguire la nostra striscia utile. Purtroppo, la differenza l’ha fatta l’atteggiamento iniziale. Gli avversari hanno messo maggiore intensità e voglia di arrivare sulle seconde palle, fattore che ha fatto la differenza e sul quale dovremo migliorare”.

Proprio la sconfitta nel derby ha spezzato la striscia utile di risultati positivi ottenuta in stagione dal Sant’Ermete, ben otto ricordano le statistiche dunque è mancata la nona sinfonia, anche se sulla risalita in classifica Bascioni non ha dubbi: “Il campionato è molto intenso e combattuto. A parte le prime due in classifica, ormai in fuga, le restanti squadre sono tutte racchiuse in una distanza di pochi punti. Proprio per questo ogni domenica è fondamentale fare punti tenendo la concentrazione al massimo”.

Il Sant’Ermete ha sicuramente trovato fiducia nei propri mezzi, questo è sinonimo di forza: “La squadra sicuramente ha delle qualità importanti. Se rimaniamo compatti e facciamo il nostro gioco non dobbiamo avere paura di nessuno. Sono convinto che con la giusta mentalità e consapevolezza potremmo toglierci delle soddisfazioni importanti”.

Il ricordo della crescita calcistica e la presentazione sulle proprie caratteristiche è d’obbligo: “Prima di Sant’Ermete giocavo presso la A.S.D Savignanese, squadra che mi ha cresciuto, alla quale sono molto legato e che ringrazio per avermi fatto maturare fino ad ora. Principalmente nasco come prima punta, ma mi sono ritrovato molto spesso anche a fare l’esterno di attacco. Forse quest’ultimo è il ruolo che mi diverte di più in quanto mi piace giocare con la palla tra i piedi e puntare l’uomo. Non disdegno però anche il gioco fisico di protezione palla e scarico per la squadra”.

La prossima gara vedrà i verdi ospitare allo “Stadium” il Bakia Cesenatico.

Ufficio Stampa Sant’Ermete Calcio

Altre notizie
Campionato Sammarinese

Folgore-Pennarossa 2-1

di Icaro Sport