Indietro
menu
Scoperto da un amico

Clochard ritrovato senza vita nella baracca in cui viveva

In foto: la capanna della vittima (Adriapress)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 21 dic 2022 12:57 ~ ultimo agg. 22 dic 11:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un clochard rumeno di 60 anni è stato ritrovato senza vita questa mattina a Rimini. L’uomo da circa tre anni viveva in una baracca che si era costruito con alcune casse di legno in un campo lungo via Vittime dell’11 Settembre (zona Befane). Proprio lì lo ha scoperto un suo connazionale questa mattina (21 dicembre) intorno alle 11.

L’amico, che vive in un’altra baracca a pochi metri di distanza, si è insospettito quando il 60enne non gli ha risposto. L’uomo giaceva all’interno del suo rifugio di fortuna privo di vita. E’ stato il connazionale a chiamare la polizia. Sul posto, oltre agli agenti, sono intervenuti i sanitari del 118 e poco dopo il medico legale.

Dall’ispezione cadaverica non sono emersi segni di violenza. Il 60enne, che aveva problemi di alcol,  sarebbe morto per assideramento. Il magistrato di turno, Davide Ercolani, valuterà se effettuare l’autopsia. “Lo conoscevo da tre anni, viveva quiracconta il connazionale che ha dato l’allarme -, spesso chiedeva l’elemosina alle Befane. Ogni mattina andavo da lui, gli chiedevo come stava, come andava. Questa mattina non mi ha risposto, allora sono entrato dentro e l’ho trovato morto”.

Proprio ieri, martedì, un episodio analogo è accaduto a Bologna dove un senzatetto è stato trovato senza vita su una panchina nella prima mattinata.

Meteo Rimini
booked.net