Indietro
domenica 29 gennaio 2023
menu
Calcio Promozione

Sant'Ermete: le parole del presidente Alex Martino

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 25 ott 2022 15:22 ~ ultimo agg. 16:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

SOLLIEVO E RESPIRO
Non alza mai la voce banalmente. Quando decide di farlo è perché sente il bisogno d’intervenire per spronare un ambiente che a suo modo di vedere respira aria di crisi con il nervosismo a farla da padrona come evidenziato nei minuti finali dell’anticipo di sabato con il Torconca. La classifica si muove a piccoli passi.

La squadra ha ottenuto il secondo pari consecutivo e soprattutto il primo punto in esterna. Non c’è troppo da festeggiare ma neppure da deprimersi totalmente, la strada del lavoro aiuterà il tecnico Mancini e la squadra a trovare la soluzione di fronte a una situazione di classifica preoccupante ma con il tempo a propria disposizione come arma per uscire da quella zona rossa fuoco che a nessuno piace.

La strada è ancora lunga, ma gli elementi, i fattori, che hanno caratterizzato quest’inizio di stagione sono tanti e chi non conosce bene la questione, parlano a sproposito: “La squadra è tata totalmente cambiata –riferisce il presidente Martino con sole quattro conferme. In rosa nonostante alcuni uomini di categoria superiore e d’esperienza è formata da numerosi giovani. Il rischio era preventivabile, occorre dare del tempo altrimenti già in queste categorie si rischierebbe di mettere ai margini tanti ragazzi che rappresentano il futuro del calcio locale e del club.

Abbiamo affiancato a costoro giocatori in grado di darci una mano è inutile nascondersi, come del resto non ci siamo mai tirati indietro di fronte a un ruolo di possibili protagonisti in questo torneo ma tutto parte da una base che in seguito si trasforma in un progetto che può portarti ad ambire a posizioni nobili di classifica, magari facendoti toccare anche il sogno dell’Eccellenza, oppure mantenere semplicemente la categoria che per la nostra squadra, storia e tradizione è l’obiettivo principale, una cosa non scontata, anche se altri si aspettano di vedere il S. Ermete già in Eccellenza senza giocare le partite”.

IL PROGETTO
Martino non esuma dalle proprie responsabilità: “Sappiamo di avere una squadra importante ma il campo rappresenta sempre il verdetto finale. In questo momento voglio che i miei giocatori metabolizzino a dovere gli errori passati, che si concentrino e allenino al meglio per superare ogni avversità. Il nervosismo manifestato sabato nell’ultima gara non serve a nulla.

La squadra ha la totale fiducia della dirigenza. Ogni giocatore, tra l’altro, nelle interviste rilasciate, ha ammesso di aver scelto il S. Ermete per il progetto che contraddistingue questa società. La dirigenza, ci tengo a precisarla, non ha mai detto di voler ambire all’Eccellenza anche perché riteniamo che ci siano delle squadre che già da anni lavorino per questo, dotate di maggiori risorse economiche.

Il nostro progetto non ha scadenza immediata, l’importante è fare qualcosa di buono per il nostro territorio, ripeto che mantenere questa categoria, per la frazione che siamo, è una grande impresa”.

IL FUTURO E LA TRADIZIONE
Da anni il club si contraddistingue anche per le proprie iniziative: “A maggio arriveremo alla 20° edizione del Protti, siamo già a lavoro per questo e qui evidenzio la nostra organizzazione e la totale disponibilità di qualsiasi membro della dirigenza.

Continuiamo a portare avanti il Magni che quest’anno ha raggiunto numeri impressionanti oltre i complimenti ricevuti dai partecipanti e anche dai genitori dei giovani intervenuti tanto che già alcune squadre come del resto il Protti ha già dato la propria adesione in vista della prossima stagione”.

L’OBIETTIVO
È un S.Ermete che crede nella propria identità: “Noi, a nostro modo riteniamo di non essere migliori di nessuno, pensiamo solamente al nostro e quello che facciamo lo realizziamo con sacrificio, spirito di abnegazione e passione.

È chiaro che a tutti piace vincere e non nascondo che mi piacerebbe scrivere pagine di questo club in categorie superiori ma tra sogno e realtà c’è di mezzo il campo.

In questo momento chiedo ai giocatori, alla guida tecnica e allo staff di rimanere calmi, concentrati e di giocare per noi sapendo che dietro c’è una società che si fida e crede in ognuno di loro, non servono altre parole, ora tocca a loro”.

E lunedì sera Alex Martino è stato ospite della trasmissione di Icaro TV “Calcio.Basket”.

Altre notizie
Campionato sammarinese

La Fiorita-Folgore 2-0

di Icaro Sport
di Icaro Sport