Indietro
mercoledì 8 febbraio 2023
menu
I voti dei biancorossi

Rimini-Fermana 2-2, le pagelle di Cesare Trevisani

In foto: Rosso si sfila la maglia per festeggiare il gol e viene ammonito
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 23 ott 2022 20:37 ~ ultimo agg. 24 ott 15:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

ZACCAGNO 6,5. Giandonato lo sorprende su punizione, ma la bilancia pende sui meriti del mediano fermano. Poi balzo felino su Maggio a fine primo tempo. Nella ripresa paratissima a gioco fermo e altro non arriva dalle sue parti.

TOFANARI 6,5. Parte titolare e premia Gaburro con un primo tempo a tutta birra: avanzate arrembanti e recuperi puntuali. Anche lui finisce nel luna park della ripresa nel quale il Rimini perde misure e filo del gioco. Chiude senza pecche da terzo centrale nell’organizzazione dell’arrembaggio finale.

PIETRANGELI 5. Un occhio a Fischnaller ed uno ai gialloblu che si buttano dentro. Tutto con ordine sicurezza. Finché non arriva la brutta frittata che provoca il rigore, quando s’incarta su un lancio leggibile e poi stende Fischnaller.

PANELLI 6. Si orienta bene nei larghi spazi che si ritrova intorno e per un centrale difensivo non è la migliore situazione. Porta il suo diligente contributo nella gestione della palla e vigila sulle ripartenze degli ultimi venti minuti.

REGINI 6. Subito iniziative in avanti: due angoli procurati e un bel colpo di testa che impegna Nardi. Poi si spegne perché su quel fianco la Fermana è sempre on fire.

DELCARRO 6,5. Ripete la percussione in area che aveva inchiodato il Pesaro e anche stavolta è efficace. Perde la bussola in avvio di ripresa, quando esce dal gioco, ma per un tempo è un caposaldo della squadra.

PASA 5,5. Gestisce la palla con giudizio e senza rischi, troppo pericoloso perderla con i furetti fermani pronti a ripartire. Quando si alza la tensione non riesce a mantenere gli equilibri che servirebbero.

TONELLI 5. Dalla sua parte la Fermana è blindata e non riesce a trovare i tempi e gli spazi. Un giallo lo condiziona un po’ e non trova il bandolo della matassa.

GABBIANELLI 6,5. L’arbitro è molto severo quando gli fischia la punizione da cui arriva il vantaggio fermano. Lui si ‘vendica’ mettendo Delcarro davanti a Nardi per il gol del pari. Ripresa complicata, ma nell’ultimo quarto d’ora si mette la squadra sulle spalle e lo trovi ovunque. Alla fine serve la palla del pari a Rosso.

VANO 5. Le linee vicinissime della Fermana lo soffocano. Avrebbe bisogno di spioventi che non arrivano e allora si dedica a creare spazi per gli inserimenti altrui. Peccato non sia servito come necessario per le sue qualità.

SANTINI 6,5. L’arbitro lo ‘punisce’ quando sul suo destro a botta sicura Pellizzari stoppa con un braccio. Ci prova ancora verso la fine del tempo, prepara alla grande e chiude fuori. Ha il merito di cercare da solo quel che non arriva dalla manovra, e di guardare sempre la porta. Spazia con profitto su tutto il fronte e tanto movimento gli costa un po’ di lucidità nel finale.

LAVERONE 6. Entra sulla linea mediana e porta molto fosforo. Peccato quel cross uscito sul fondo che aveva portato al gol Haveri.

EYANGO 6. S’accoppia con Pasa e si piazza davanti alla difesa, ma in campo c’è ormai troppa confusione per essere utili.

HAVERI 6. Entra bene e segna anche, ma la palla era uscita sul fondo sul cross di Laverone.

ROSSO 6,5. Segna con esecuzione rapida e precisa e salva la partita

MENCAGLI SV. Da un velo di Santini si guadagna il sinistro buono che si stampa sull’incrocio dei pali.

Cesare Trevisani