Indietro
mercoledì 8 febbraio 2023
menu
Calcio Prima Categoria

Riccione FC 1926-Accademia Marignanese 2-1

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 30 ott 2022 18:12 ~ ultimo agg. 20:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RICCIONE-ACCADEMIA MARIGNANESE 2-1

IL TABELLINO
Riccione: Masini, Bencivenga, Alberelli dal 10′ Imola, Gueye, Fini, Ioli, Fantini dal 75′ Brisigotti, Magrotti, Amati B. dal 63′ N’Dao, Klyvchuk, Dragoni dal 68′ Capriotti. A disposizione; Amati A., Mansolillo, Fabbri, Ingrosso, Cugnigni. Allenatore Denis Iencinella.

Accademia Marignanese: Badioli, Marfella, Markaj dal 76′ Siciliano, Izzo, Tirincanti dal 90′ Lorenzi, Rossi, Cekirri, Marcolini dal 70′ Ottaviani, La Pescara dal 58′ Romano, Bacchielli dal 67′ Gabellini, Di Blasio. A disposizione; Ottaviani, Venuto, Rinaldi. Allenatore Mirco Palazzi.

Marcatori: 40′ Amati B. (R), 58′ Bencivenga (R), 88′ Romano (M).

Ammonito: Fini (R).

Arbitro: Simone Ricuperati di Lugo di Ravenna.

CRONACA E COMMENTO
Il Riccione F.C. ospita l’Accademia Marignanese al “Nicoletti” e circa duecento spettatori fanno da cornice all’incontro. Inizialmente il Riccione risulta contratto mentre la Marignanese cerca di fare la partita. Pochi lampi illuminano la partita ed il più intraprendente tra le fila dei Cavalieri é Fantini che va alla conclusione un paio di volte e semina il panico nella retroguardia ospite.

Il vantaggio del Riccione arriva al 40′ sugli sviluppi di un fallo laterale; Imola batte lungo all’interno dell’area di rigore, Amati lascia scorrere ed in girata batte a rete infilando Badioli. La ripresa vede un Riccione più ordinato rispetto al primo tempo anche se un giro palla noioso ed inconcludente e addirittura autolesionistico lasciano intravedere poche idee in fase di costruzione.

Al 58′ Klyvchuk dall’angolo calcia in mezzo all’area di rigore, Badioli smanaccia e la palla finisce al limite dell’area sui piedi di Bencivenga che lascia partire un gran pallonetto per il raddoppio dei Cavalieri di San Martino.

Il Riccione diventa padrone del campo e sembra poter arrotondare il bottino in qualsiasi momento ma l’ultimo passaggio latita e le conclusioni a rete risultano imprecise. All’88’ una palla sporca giunge in area alle spalle della difesa, sbuca dal nulla il “furetto” Romano che di piatto e di giustezza infila Masini.

Gara riaperta e la Marignanese cerca il forcing finale per riacciuffare il pari. Tutto inutile, il Riccione vince di nuovo in casa ed incamera tre punti pesanti. Nota dolente purtroppo l’infortunio di Alberelli ad inizio gara e di Dragoni al 68′. Speriamo di recuperarli in fretta. Sabato prossimo altro derby, questa volta in casa dell’Asar, con l’intenzione di portare la media inglese a zero… serve una vittoria,

Ufficio Stampa Riccione F.C. 1926

La Nota dell’Accademia Marignanese

È stata una partita bellissima quella disputata allo Stadio Nicoletti, la Accademia Marignanese è orgogliosa dei suoi ragazzi, all’ultimo momento si è reso indisponibile il difensore centrale e capitano della squadra Luca Beccari ed al suo posto è sceso in campo Gennaro Karol Izzo, un classe 2005 di prospettiva che ha disputato una gara superlativa al pari di tutti i compagni.

La Accademia Marignanese ha aggredito la partita e gli avversari, prevalendo nei primi quaranta minuti per iniziativa e trame di gioco, purtroppo non ha concretizzato il lavoro di squadra fallendo un paio di occasioni e questo è l’aspetto sul quale occorrerà intervenire.

Poi, è una regola non scritta, quando non si concretizza la superiorità contro una squadra esperta, alla prima occasione la fregatura è servita e il Riccione 1926 è andato in vantaggio con una rete di Bruno Amati, contrastato approssimativamente in area di rigore.

Lo sbandamento per la sberla ricevuta c’è stato ed è inutile negarlo, la squadra è sembrata perdere le certezze appena ritrovate e ha sbandato in un paio di occasioni prima del termine della prima frazione di gioco.

Nella ripresa la Accademia Marignanese ha tentato, con tutte le residue forze a disposizione, di tenere il forte avversario lontano dalla propria area di rigore, aggredendolo alto, ma poi su un’altra disattenzione difensiva, con respinta corta e debole del portiere, è maturato il raddoppio dei padroni di casa con un pallonetto a porta vuota ad opera di Riccardo Bencivenga e la situazione si è complicata ulteriormente.

A cinque minuti dal termine Loris Romano è riuscito a realizzare una rete che mancava da tempo alla squadra e a riaprire una partita che i ragazzi di Mirko Palazzi hanno provato a pareggiare in ogni modo, senza riuscirci contro una “corazzata” che nei pronostici è candidata alla vittoria finale.

La Società è soddisfatta della reazione della squadra ed è consapevole che manca solo qualche risultato positivo (e qualche aggiustamento nella rosa) per imboccare la strada maestra che porta all’obbiettivo finale, che, giova ricordarlo è dall’inizio…la salvezza e il mantenimento della categoria.

Altre notizie
Calcio Prima Categoria

Riccione-Villamarina 2-2

di Icaro Sport
FOTO