Indietro
menu
dopo approvazione DUP

Marchei (Lega): le periferie di Rimini dimenticate nella programmazione

In foto: Loreno Marchei
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 15 ott 2022 17:57 ~ ultimo agg. 18:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
L’Amministrazione Comunale di Rimini continua a penalizzare le periferie nella pianificazione cittadina. Lo lamenta il consigliere comunale della Lega Loreno Marchei all’indomani dell’approvazione del DUP 2023/2025 in Consiglio Comunale.
“In 396 pagine del testo di programmazione votato ieri sera in Consiglio Comunale, ancora una volta, nessuna seria considerazione per le periferie, per tutto ciò che vive e produce a monte della Statale 16, se non pensieri ed interventi “spot”, mai integrati in pensieri e ragionamenti d’insieme.
Rispetto al disinteresse dei precedenti mandati, ben vengano i recenti interventi di riqualificazione, quali ad esempio quello alla Pieve di San Salvatore o a San Vito, ma ciò che continua a mancare da troppi lustri nelle strategie dell’Amministrazione è una seria pianificazione programmatica del territorio, che metta al centro gli interessi dei cittadini e delle aziende del territorio periferico e miri alla valorizzazione delle proprietà e delle attività economiche”.
“Il triste risultato -prosegue Marchei – è la cronica carenza di infrastrutture e soprattutto della rete viaria, che non hanno accompagnato l’enorme sviluppo delle urbanizzazioni residenziali e produttive a monte della Statale 16: l’inadeguatezza della nuova rotonda, che preclude l’accesso diretto da Via Montescudo è sotto gli occhi di tutti.
In questo senso ricordo che nell’ultimo Consiglio ho interrogato sulla bretella viaria Villaggio Primo Maggio/SS San Marino, progetto che decongestionerebbe sensibilmente il traffico di un vasto areale, dal GROSS a Covignano, ed agevolerebbe tanti imprenditori, ma che inspiegabilmente continua a giacere nei cassetti dell’Amministrazione da oltre quarant’anni, continuando a costringere migliaia di residenti e lavoratori di Gaiofana e Vilaggio Primo Maggio ad oltre mezz’ora di fila, nelle ore di punta, per raggiungere il casello A14 di Rimini Sud”.
Meteo Rimini
booked.net