Indietro
menu
7 incroci monitorati

Quasi 10mila passaggi col rosso in appena otto mesi

In foto: passaggio con il rosso di un pullman turistico
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 1 set 2022 14:50 ~ ultimo agg. 2 set 11:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nonostante i vista red, restano tanti (troppi) gli automobilisti che continuano a passare col semaforo rosso. Le infrazioni immortalate nei primi otto mesi dell’anno, dai tredici impianti di rilevamento nel comune di Rimini sono state in totale 9.814, a fronte delle 9526 rilevate nello stesso periodo del 2021. Sette gli incroci monitorati: Amedeo/Perseo; Beltramini/Morri; di Mezzo/Marzabotto; Rosmini/Tommaseo; SS72/Gazzella; R.Margherita/Catania; Chiabrera/Giangi. L’incrocio più rischioso è quello tra Viale Regina Margherita e Via Catania dove gli impianti, attivati in entrambe le direzioni, hanno rilevato 3137 infrazioni da gennaio al 31 agosto. Lo scorso anno i passaggi col rosso erano stati 5.335 ma in tutto il 2021. Intensa anche l’attività dei due impianti all’incrocio tra viale Principe Amedeo e via Perseo che hanno immortalato 3.041 passaggi col rosso (erano 4.548 quelli rilevati in tutto il 2021). Sopra quota mille anche le violazioni registrate sui semafori della Statale 72 con Via Gazzella e su quello di Via Rosmini/Tommaseo (1.029 il primo e 1.116 il secondo).

Il passaggio col rosso prevede una sanzione di 167 euro (ridotta del 30% se pagata entro 5 giorni) e la decurtazione di 6 punti sulla patente. L’importo della sanzione prevede anche un aumento del 30% se la violazione è commessa in orario notturno (dalle 22 alle 6 del mattino) e la sospensione della patente, nel caso di recidiva entro i 2 anni successivi.