Indietro
lunedì 26 settembre 2022
menu
Campionato Sammarinese

Juvenes-Dogana, la stagione parte dalla sfida al Fiorentino

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 1 set 2022 17:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Fiorentino – Domagnano – La Fiorita: da questo trittico parte l’annata della Juvenes-Dogana. Non proprio il più facile degli avvii, che, prima della sosta Nazionali, porterà la formazione di Serravalle ad affrontare la squadra rivelazione della scorsa post-season, un club sempre insidioso come quello giallorosso e, soprattutto, i campioni di San Marino.

Tuttavia, l’ambiente è carico, c’è voglia di cominciare, di testare sul campo il lavoro fatto in preparazione atletica e di vedere i risultati dell’imponente mercato estivo. Campo che, in amichevole, i biancorossoblù hanno assaggiato tre volte durante il precampionato, e ciò, secondo l’allenatore Manuel Amati, sarà un fattore da tenere in conto nella prima parte di stagione: “A livello fisico stiamo bene, ci manca solo il confronto con le altre squadre. Questo, all’inizio, sarà un po’ un handicap a livello tattico, per la fase di non possesso palla, tecnico, per costruzione, rifinitura e finalizzazione, e atletico, perché ancora non sappiamo esattamente quanta benzina abbiamo, rispetto ai 90 minuti di gara”.

Quarto attacco della regular season, anche se con una difesa un po’ ballerina, giustiziere degli allora campioni in carica della Folgore e a soli 30 minuti dall’eliminare i futuri campioni del La Fiorita, ai playoff scudetto, nel 2021/22 il Fiorentino è stato un po’ la mina vagante del campionato, con uno stile di gioco molto offensivo. Per questo, la partita di sabato, in programma alle 15 allo Stadio Federico Crescentini di Fiorentino, sarà già un test importante per la Juvenes-Dogana: “Essendo al terzo anno con lo stesso allenatore, mi aspetto una squadra che porti avanti lo stesso tipo di calcio – commenta Amati -. Chiaro, davanti hanno perso due giocatori di livello, ma hanno comunque fatto mosse interessanti di mercato, come l’acquisto di Hirsch, e Castellazzi è rimasto al centro dell’attacco, quindi, tutto sommato, non mi attendo grossi cambiamenti nella loro filosofia di gioco”.

Con il passaggio da 18 a 20 del numero di giocatori convocabili per ogni partita, la lista per il primo impegno è un po’ obbligata: “Considerando che in rosa abbiamo 24 calciatori, che Stella e Pasquinelli sono squalificati e che a Muccioli è uscita una spalla per un infortunio domestico, l’elenco è già definito. In aggiunta a loro, resterà fuori un portiere. C’era preoccupazione per Gentilini, che si era fatto male durante il Memorial Guido Della Valle, ma da giovedì ha ricominciato a buttarsi a terra, quindi sabato dovrebbe riuscire a giocare”.

Altre notizie
Calcio Seconda Categoria

Real Riccione-Real San Clemente 1-1

di Icaro Sport
di Icaro Sport
FOTO
di Icaro Sport
FOTO