Indietro
domenica 25 settembre 2022
menu
Le Siepi Cervia

Salto ostacoli, Mark McAuley vince il GP dell’Adriatic Tour

In foto: Giacomo Casadei in sella a Let’s go Fz. vincitori della categoria 145 (Fotoshopeventi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 7 ago 2022 20:19 ~ ultimo agg. 23:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La gara clou del primo concorso dell’Adriatic Tour, che vede diciannove nazioni rappresentate, era il Gran Premio dell’Internazionale a ‘due stelle’, competizione valida ai fini della Longines Ranking List della Federazione Equestre Internazionale, ovvero la classifica mondiale del salto ostacoli.

E ad aggiudicarsi il GP è stato Mark McAuley in sella a Grs Lady Amaro, saura irlandese del 2013. Il cavaliere trentacinquenne originario di Dublino, il cui motto è “c’è sempre spazio per migliorare. Non smetto mai di cercare di migliorare” si è lasciato alle spalle Abdullah Al Sharbatly, già vice campione del mondo e secondo anche in questo caso, in sella a Carlson 93, e Filippo Bologni, terzo con Diplomat.

L’altra categoria valida ai fini della Longines Ranking List, la 145 del ‘due stelle’ andata in scena venerdì, è stata appannaggio di Giacomo Casadei in sella all’Hannover grigio Let’s go Fz. Alle spalle del talentuoso cavaliere bolognese, oro alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires, si sono piazzati Omar Bonomelli, secondo su Chippendel de la Tour, ed Emanuela Forte, terza con Labadia B.

Bella doppietta per Abdullah Al Sharbatly, che in sella a Valdocco des Caps si è aggiudicato la 140 disputata venerdì, davanti a Mirco Casadei, secondo, e Alberto Zorzi, terzo. E nella 140 di sabato ha battuto Giacomo Casadei in piazza d’onore e lo svizzero Lou Puch in terza posizione.

Vittoria tricolore invece nella 140 a tempo dominata da Giacomo Bassi e Heroi A.G., che hanno relegato in seconda posizione Giovanni Magaton, e in terza il vincitore del Gran Premio Mark McAuley.

Infine, domenica a firmare la 140 è stato il cavaliere modenese Elia Simonetti in sella a Harish Gph. Alle sue spalle ha chiuso la gara in seconda posizione Giovanni Fanti su Gin Tonic 153 e terza piazza per Alberto Carrara con Insallah Vii S.

A premiare i vincitori era presente l’assessore allo Sport del comune di Cervia, Michela Brunelli.

E da giovedì riparte la battaglia sui percorsi disegnati dallo chef de piste Uliano Vezzani e, vista la qualità degli atleti in gara, per il pubblico sarà di nuovo un evento da non perdere.