Indietro
menu
l'investimento in stazione

Alessia e Giulia, l'ipotesi più probabile è la tragedia. Accertamenti sul treno?

In foto: il binario uno della stazione di Riccione
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 2 ago 2022 20:46 ~ ultimo agg. 3 ago 15:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A distanza di 48 ore dal tremendo impatto con il Frecciarossa al binario uno della stazione di Riccione, resta l’immane strazio per una tragedia che fatica a trovare una spiegazione. Gli uomini e le donne della Polfer, coordinati dal sostituto procuratore Giulia Bradanini, proseguono le indagini per ricostruire gli ultimi istanti di vita di Alessia e Giulia Pisanu, 15 e 17 anni ancora da compiere.

Tutto o quasi si basa sulle testimonianze di cinque, sei persone che hanno assistito all’investimento fatale. Le telecamere presenti al binario uno, infatti, come confermato dalla Procura, non hanno inquadrato il momento della collisione tra il treno ad alta velocità e le due sorelle di Castenaso, che si trovavano entrambe sui binari. Sul Frecciarossa, se ritenuto importante per le indagini, potrebbero essere effettuati però degli accertamenti tecnici. La tecnologia di cui è dotato può, per esempio, consentire di accertare con assoluta certezza l’orario esatto dell’impatto, avvenuto intorno alle 7. In una sorta di “scatola nera”, come quella installata sugli aerei, sono registrati tutti i dati di viaggio.

Dal momento dell’arrivo del convoglio in fondo al binario uno a quello dell’impatto potrebbero essere trascorsi non più di cinque-sei secondi. Ecco perché Giulia, la più grande, che è stata notata da più testimoni in piedi, ferma sui binari, potrebbe non aver fatto neppure in tempo ad accorgersi di quello che stava per accaderle. Alessia, invece, potrebbe aver realizzato l’imminente pericolo, dal momento che sarebbe stata vista raggiungere la sorella in mezzo ai binari pochi secondi dopo. Qualcuno sostiene per smuoverla, per portarla via.

Al momento va ribadito che la Procura ha aperto un fascicolo senza ipotizzare reati e senza indagati. Verranno espletati tutti gli approfondimenti ritenuti necessari e, se non emergeranno nuovi elementi, la morte di Giulia e Alessia verrà archiviata come tragedia. Allo stato attuale è questa l’ipotesi più plausibile.