Indietro
menu
giornata di chiusura

Al Mèni "invade" di sapori anche il giardino del Grand Hotel

In foto: Rimini, 19/06/2022; omune RN Uff Stampa, Déjeuner sur l'herbe, Grand Hotel ©Riccardo Gallini/GRPhoto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 19 giu 2022 14:51
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Seconda e ultima giornata per Al Mèni, il circo dei sapori ideato da Massimo Bottura, insieme a CheftoChef emiliaromagnacuochi, a Rimini Street Food, a Slow Food Emilia Romagna e al Comune di Rimini, giunto quest’anno alla sua nona edizione.

L’evento oggi ha coinvolto anche il giardino del Grand Hotel di Rimini, dove si è tenuto il déjeuner sur l’herbe, uno speciale pic nic sull’erba cura di Claudio di Bernardo, chef del Grand Hotel e con Roberto Rinaldini, maestro di pasticceria.

Tante già nella giornata di sabato, soprattutto durante la serata, le persone che si sono ritrovate sotto il tendone per assaggiare le proposte degli chef internazionali che Massimo Bottura ha chiamato a raccolta a Rimini, per raccontare attraverso le loro creazioni i sapori del Mediterraneo. Questa mattina i fornelli del circo di 8 e ½ sono stati animati dagli chef Fatih Tutak dell’omonimo ristorante, Michele Bacilieri (Cucina Bacilieri),  Mirali Dilbazi (Mirali), Mario Ferrara (Scacco matto). Alla sera il servizio prosegue con:

19.00 Marco Ambrosino (28 Posti) Isa Mazzocchi (La Palta)

20.00 George Papazacharias e Thanos Feskos (Delta) Giovanni Cuocci (La Lanterna di Diogene)

21.00 Florencia Montes (alla ricerca del suo nuovo spazio) Raffaele Liuzzi (Locanda Liuzzi)

22.00 Andrea Medici (Osteria di Scandiano).

Apprezzate anche le proposte dei punti street food gourmet con il meglio della produzione artigiana nella rotonda di piazzale Fellini, così come in tanti hanno curiosato tra i banchi del mercato dei produttori di eccellenza, allestito nuovamente sul lungomare e tra gli stand degli artigiani di Matrioska.