Indietro
menu
fermati tre giovani

Tre arresti per spaccio. Tentata fuga con due etti di droga nelle mutande

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 27 mag 2022 15:59 ~ ultimo agg. 16:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel pomeriggio di mercoledì gli agenti della Polizia di Stato di Rimini hanno tratto in arresto in flagranza tre persone per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio: due ragazzi riminesi di 21 e 22 anni ed un cittadino marocchino di 26 anni, tutti residenti in città.

Nel corso di un servizio contro lo spaccio, l’attenzione dei poliziotti della locale Squadra Mobile – Sezione Antidroga si è concentrata sull’appartamento di residenza del 22enne, da informazioni raccolte sospettato di avere droga a disposizione. I poliziotti hanno visto uscire un ragazzo – identificato poi nel riminese 21enne – e ritenuto che vi si fosse recato per l’acquisto di stupefacente. Lo hanno controllato, trovandolo in possesso di una busta contenente circa 120 g di marijuana e 10 g circa di ice o lator (sostanza derivata dalla cannabis ad altra concentrazione di THC). La successiva perquisizione presso la sua abitazione ha consentito di rinvenire altri 20 g di hashish, 10 g di ice o lator, 13.850 euro e materiale utile per il confezionamento.

Nella perquisizione dell’abitazione monitorata, poi, è stato visto arrivare un altro soggetto – poi identificato nel marocchino 26enne – che, alla vista degli agenti, è immediatamente fuggito. Bloccato dopo un breve inseguimento, è stato trovato in possesso di due panetti di hashish per un totale di 200 g, nascosti all’interno delle mutande. La perquisizione domiciliare effettuata a suo carico ha consentito di rinvenire altri 5,5 kg di hashish, suddivisi in cubi contenenti quattro panetti ed avvolti da cellophane di colore rosso. La perquisizione effettuata presso l’appartamento, infine, ha consentito di rinvenire 1,5 kg tra hashish, marijuana e ice o lator, 2.445 €, materiale per il confezionamento, bilancini di precisione e macchine per il sottovuoto.

Su disposizione del P.M. di turno gli arrestati sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’A.G. in attesa del giudizio di convalida.