Indietro
domenica 15 maggio 2022
menu
Calcio Serie D

Sasso Marconi-Rimini, il pregara di Marco Gaburro

In foto: Marco Gaburro alla vigilia di Sasso Marconi-Rimini
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 14 mag 2022 12:20 ~ ultimo agg. 15 mag 12:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al “Carbonchi” si affrontano due squadre con obiettivi opposti, ma la stessa fame di punti: c’è chi vuole lasciare il prima possibile la Serie D, la capolista Rimini (86 punti), per tornare tra i professionisti, e chi invece farà di tutto per restarci, il Sasso Marconi, penultimo della classe e quindi a forte rischio retrocessione diretta. E se i biancorossi per il primato se la devono vedere solo con il Ravenna (dopo la caduta del Lentigione a Milano con l’Alcione), la lotta per evitare gli ultimi due posti coinvolge, a due giornate dalla fine, ancora cinque squadre: Tritium (31), Sasso Marconi (33), Progresso (34), Bagnolese (34) e Borgo San Donnino (35). Tutto può quindi ancora accadere in coda.

A Germinale e compagni basta un punto per essere certi del primo posto senza neanche guardare il risultato del Ravenna (che ospiterà un’altra pericolante: il Borgo San Donnino).

Al “Romeo Neri” il 22 dicembre scorso il Rimini superò 3-0 il Sasso Marconi grazie alle reti di Mencagli, Tomassini e Tonelli.

La partita Sasso Marconi-Rimini sarà trasmessa in diretta esclusiva su Icaro TV (canale 18, su tutto il territorio regionale) e in streaming su Icaroplay.it (in HD). Calcio d’inizio alle ore 16:00, inizio diretta alle 15:45.

Potrebbe essere la gara decisiva. “Potrebbe: avevamo quattro punti da fare in tre partite, adesso ne abbiamo uno da fare in due – attacca l’allenatore del Rimini F.C., Marco Gaburro -. Da questo punto di vista mi sembra che siamo in linea con quello che speravamo, però un punto da fare rimane e dobbiamo cercare di arrivare alla partita nel migliore dei modi perché troviamo un avversario che ha mille motivazioni, che in questo momento rivede la possibilità di agganciare un treno play out che fino a qualche settimana fa probabilmente vedeva come difficile da raggiungere, quindi dal punto di vista mentale la partita è sicuramente molto più delicata e impegnativa rispetto a quella con il Seravezza per il semplice fatto che magari il Seravezza dal punto di vista concreto aveva pochi obiettivi di classifica, mentre sicuramente il Sasso Marconi ne ha molti di più”.

Che Sasso Marconi si aspetta? “È una squadra molto aggressiva, è una squadra che gioca molo palla. Non credo che si snatureranno più di tanto, almeno nell’approccio alla partita. Poi è chiaro che bisogna capire poi il durante, le varie fasi di gioco della gara, però non credo sia una squadra che inizialmente parta aspettandoti, penso sia una squadra che almeno su situazioni ben definite, come i calci di rinvio e quelle situazioni lì, venga abbastanza uomo su uomo e provi a non farti giocare, anche perché è una squadra fresca di gamba, che ha nella prima linea e nelle mezzali i giocatori comunque che possono aggredire. Poi è chiaro che ogni partita si imposta diversamente, non possiamo entrare nella loro testa, noi dobbiamo essere pronti ad affrontare qualunque tipo di atteggiamento, quindi possono venirci ad aggredire come possono aspettarci. Noi sappiamo che durante quest’anno ci sono capitate situazioni diverse da questo punto i vista, sappiamo che la gara che poi devi andare a fare è diversa, e dobbiamo comportarci di conseguenza”.

Il Rimini ha sempre giocato non facendo calcoli, ma questa volta la squadra scenderà in campo sapendo che basterà solo un punto per centrare l’obiettivo promozione. “Noi abbiamo sempre giocato per vincere fino alla fine, alle volte qualcuno lo ha visto come un limite, per me è sempre un pregio per una squadra giocare per vincere fino alla fine. Lo abbiamo fatto sempre, però onestamente già col Seravezza abbiamo impostato la partita in maniera diversa. Io penso che in questo momento l’approccio deve essere più pulito alla partita, che non vuol dire che non giochi per vincere, vuol dire che nelle situazioni estreme, cioè nella tua area e nell’area avversaria devi uscire e entrare in una maniera diversa. Penso che continueremo a fare questa cosa perché in questo momento dell’anno bisogna giocare così. E quindi bisogna cercare di non mettersi in situazioni complicate e cercare di mettere gli avversari in situazioni complicate”.

Chi non sarà della gara? “Mancherà ancora Carboni, e probabilmente Piscitella, che ha avuto un affaticamento. Rientra Tanasa e rientra Kamara, anche siamo più di venti e devo fare delle scelte anche per la panchina. Però gli indisponibili in questo momento sono esclusivamente Carboni e Haveri, e probabilmente Piscitella”.

LA 37a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA CLASSIFICA

Altre notizie
La partita in diretta su Icaro TV

Sasso Marconi-Rimini: diretta testuale

di Roberto Bonfantini
VIDEO