Indietro
domenica 3 luglio 2022
menu
Calcio Serie D

Rimini-Lentigione 0-2: cronaca, tabellino, video e gallery

In foto: Il capitano del Rimini, Andrei Tanasa, alza la coppa
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 22 mag 2022 11:15 ~ ultimo agg. 23 mag 17:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-LENTIGIONE 0-2

Sconfitta indolore per il Rimini, la prima al “Romeo Neri” di questo campionato, arrivata a giochi fatti e con mister Gaburro che ha mandato in campo diversi giocatori che nel corso dell’anno hanno visto meno il campo, a cominciare dall’esoriente portiere, Piretro, che ha incassato due gol in situazioni in cui solo un “miracolo” avrebbe potuto impedire agli avversari di mettere la palla in fondo al sacco. I biancorossi non toccano quota 90 in classifica, pazienza! Ma cosa si può dire a una squadra che ha viaggiato ai mille all’ora, facendo vedere a lunghi tratti anche un buon calcio e tanti gol, soprattutto davanti al pubblico amico? Si può dire solo grazie! Cosa che hanno fatto i tifosi biancorossi presenti oggi pur in una partita che non aveva più nulla da aggiungere, nonostante il sole invitasse a indossare le ciabatte e passare il pomeriggio in spiaggia. Godibile la cerimonia di consegna della coppa, significative le lacrime del direttore generale Franco Peroni, e la voglia del presidente, Alfredo Rota, di abbracciare tutti i protagonisti di questa trionfale stagione prima di presentarsi davanti al microfono. Così com’è da sottolineare la consegna di un mazzo di fiori alla signora Leila, moglie del compianto patron Vincenzo Bellavista, che ci ha lasciato (e ha lasciato il Rimini) quindici anni fa. Un gesto che fa capire come l’attuale presidente non soffra di quella che sarebbe un’insensata rivalità nei confronti dell’amato predecessore.

IL TABELLINO
RIMINI: 22 Piretro, 4 Tanasa, 6 Panelli, 8 Pari, 9 Mencagli, 14 Kamara (7′ st 2 Deratti), 15 Contessa (32′ st 31 Pietrangeli), 23 Callegaro (26′ st 32 Germinale), 24 Pecci (14′ st 10 Gabbianelli), 25 Arlotti (21′ st 11 Piscitella), 28 Cuccato. A disp.: 1 Marietta, 7 Tonelli, 17 Ferrara, 26 Greselin. All. Gaburro.

LENTIGIONE: 22 Galeazzi, 4 Zagnoni (6′ st 3 Casini), 6 Tarantino, 8 Martino, 10 Sanat (29′ st 9 Formato), 23 Staiti (13′ st 5 Cuoghi), 29 Canrossi (15′ st 11 Esposito), 37 Agyemang, 43 Bonetti, 70 Djwomo (18′ st 17 Bouhali), 99 Sala. A disp.: 00 Sodano, 2 Iodice, 7 Caprioni, 19 La Vigna. All. Serpini.

ARBITRO: Domenico Castellone di Napoli.
ASSISTENTI: Giovanni Pandolfo di Castelfranco Veneto e Pierpaolo Vitale di Salerno.

RETI: 46′ pt Djwomo, 45′ st Formato.

AMMONITI: Tarantino, Panelli.

NOTE. Corner: 3-3.

I RISULTATI DELLA 38a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Domenica di festa per i tifosi biancorossi. Con la promozione già in tasca da domenica scorsa il duello con il Lentigione per Tanasa e compagni avrà solo un valore statistico. Il Rimini, 87 punti in 37 partite, punta a chiudere la regular season a quota 90, una media punti mostruosa. Così come non scherza il ritmo tenuto dagli emiliani (80 punti). Al club del presidente Rota nell’occasione (subito dopo il triplice fischio) sarà consegnata la coppa per la vittoria del campionato. Diretta su Sportitalia.

Ampio turnover per mister Gaburro. Fa il suo esordio tra i pali il secondo portiere Piretro. In tribuna due leggende del Rimini: Sergio Lucchi e Sergio Santarini.

Prima del calcio d’inizio il presidente del Rimini F.C., Alfredo Rota, consegna un mazzo di fiori alla signora Leila, moglie di Vincenzo Bellavista per ricordare il 15° anniversario della scomparsa del grande patron.

Rimini in maglia a scacchi. In completo giallo gli ospiti, che accolgono all’uscita dal tunnel degli spogliatoi i locali con una passerella d’onore.

La partita. Si gioca. Al 3′ il primo corner della partita, è per gli ospiti. Staiti calcia verso la porta, Piretro scalda i guanti, neutralizzando in due tempi.
Al 5′ la punizione dal limite dell’area di Callegaro scheggia la parte alta della traversa.
Al 9′ cross da sinistra di Contessa e incornata di Arlotti, pallone sul palo, poi Galeazzi lo recupera.
Al 16′ il tiro di Pari non crea grattacapi a Galeazzi.
Due minuti dopo ci prova anche Panelli, nulla di fatto.
Al 20′ Martino cerca in verticale Sala, anticipato da Piretro.
Una manciata di secondi dopo nuovo tentativo di Arlotti, Galeazzi respinge.
Al 21′ il destro di Sala è oltre la traversa.
Si gioca con 26 gradi. Al 32′ cooling break, mentre in Curva Est viene esposto uno striscione: “Per ammodernare la Est c’è una sola maniera, vicino al campo così com’era”.
Al 44′ anche il Rimini batte il suo primo angolo: dalla bandierina Callegaro, nulla di fatto.
Nel primo e unico minuto di recupero assegnato dal direttore di gara Djwomo porta in vantaggio il Lentigione, sfruttando un lancio in profondità per superare Piretro. 0-1. Punteggio con il quale si va all’intervallo.

Si gioca la ripresa. Al 2′ corner per il Lentigione, cross di Staiti, Cuccato allontana di testa.
Al 9′ lancio in verticale per Sala, conclusione debole neutralizzata da Piretro.
Dall’altra parte del campo Callegaro va alla battuta dal limite, la sfera sfila a lato di poco.
Al 13′ grande azione di Arlotti, che parte da sinistra, si accentra e calcia, pallone fuori di un niente.
Al quarto d’ora Contessa di sinistro alza la mira.
Al 22′ il tiro di Sanat, deviato da Panelli, diventa più che insidioso, Piretro devia in corner.
Al 27′ il tentativo di Mencagli manda il pallone a fondo campo.
Al 33′ cross di Piscitella, Germinale controlla, ma il tiro è debole. Ordinaria amministrazione per Galeazzi.
Al 35′ i biancorossi battono due corner di fila. Nulla di fatto.
Al 41′ punizione da posizione defilata di Gabbianelli, ponte di Germinale, Mencagli prova l’acrobazia, la sfera torna dalle parti di Germinale, nulla di fatto.
Nello stesso minuto Tanasa dall’out di destra per Mencagli, Galeazzi si salva di piede.
Al 45′ il Lentigione raddoppia: retropassaggio errato di Cuccato, Sala ne approfitta per saltare Piretro, per Formato è un gioco da ragazzi depositare nella porta sguarnita. 2-0.
Quattro minuti di recupero.
Finisce 2-0 per il Lentigione. Si interrompe all’ultima giornata l’imbattibilità interna dei biancorossi, che restano a quota 87. Il Lentigione sale a 83.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI NICOLA STRAZZACAPA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO