Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

Murata: Alex Toccaceli tra Nazionale Under 21 e campionato

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 apr 2022 11:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la sosta per le Nazionali, nel week end riprende il campionato sammarinese che vede il Murata impegnato a conservare il +4 di vantaggio sul Cailungo – ha una partita in meno – e quindi l’ultimo posto utile per i playoff per il quale lotta anche il San Giovanni (24) e con il Domagnano (26) che potrebbe essere risucchiato nella lotta. Domenica sul campo di Montecchio (ore 15) la prima sfida contro il Tre Fiori, terza in classifica con 44 punti (24 il Murata), una nobile del campionato, rinforzatosi al mercato di gennaio con giocatori di qualità come Lentini e De Falco, battuta nell’ultimo turno dalla Folgore dopo 16 risultati utili di fila. La prima sfida di un poker molto complicato: a seguire La Fiorita, Faetano e di nuovo la Virtus.

Alex Toccaceli, il Murata è reduce da tre pareggi e tre sconfitte. Che aria si respira all’interno della squadra?
“Abbiamo perso almeno due punti per strada nelle ultime partite, penso in particolare alla sconfitta con la Juvenes Dogana e a quella contro la Virtus; il tour de force prima della sosta con cinque partite ogni tre giorni per due settimane è stato sfiancante per la nostra rosa molto ristretta e abbiamo pagato dazio – spiega il centrocampista del 2002, reduce dal doppio impegno con la Nazionale Under 21 – sotto l’aspetto fisico e mentale. La sosta è arrivata al momento giusto per recuperare energie. Abbiamo recuperato qualche acciaccato, a parte Comuniello purtroppo, e siamo pronti alla battaglia”.

Si comincia con il Tre Fiori.
“È un avversario forte, che ha velocità in attacco, fisicità a centrocampo ed in difesa, esperienza in quasi tutti i suoi giocatori. Ci sarà da lottare. Siamo affamati di punti: la squadra ha una gran voglia di arrivare ai playoff e nelle prossime quattro partite dobbiamo assolutamente muovere la classifica e per fare questo non dobbiamo avere timori e pensare positivo”.

Come è stata la sua esperienza in Nazionale dove c’erano anche i suoi compagni di squadra, il portiere Achille Terenzi (in campo per un’ora nella prima partita al posto dell’infortunato De Angelis) e l’attaccante Daniele Babboni?
“Molto positiva. Contro la Ungheria ho giocato tutta la partita, una ventina di minuti in casa contro la Lettonia: dopo il ko per 4-0 siamo riusciti a conquistare un prezioso pareggio per 0-0 che nel nostro stadio abbiamo cercato con tutte le nostre forze stringendo i denti. Abbiamo fatto un passo in avanti, siamo tutti contenti perché da sette anni non si faceva un punto. Ora dobbiamo continuare su questa strada cercando di alzare il livello delle nostre prestazioni”.

Pregi e difetti di Alex Toccaceli?
“Devo migliorare sotto tutti i punti di vista, nell’uno contro uno me la cavo e devo cercare di sfruttarlo di più cercando con più frequenza la porta. La vetrina internazionale mi è utile per accrescere il mio bagaglio tecnico. Il mio obiettivo? Crescere e arrivare il più in alto possibile. Il primo step: raggiungere i playoff con il mio Murata”.