Indietro
sabato 21 maggio 2022
menu
FSGC

Coppa Titano, semifinali: Tre Fiori e Folgore fanno subito la voce grossa

In foto: (©FSGC Ph©FPF/Filippo Pruccoli)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 24 apr 2022 20:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Prendono strade ben definite le due semifinali di Coppa Titano dopo i primi 90’: Folgore e Tre Fiori hanno in mano rispettivamente un 2-0 e un 3-0 da difendere mercoledì sera in occasione delle gare di ritorno.

Per i campioni in carica de La Fiorita, la strada si fa particolarmente dura: il Tre Fiori emette un verdetto per certi versi clamoroso in quel di Montecchio, prendendosi la rivincita rispetto all’ultima finale di coppa che premiò Montegiardono dopo una lunghissima serie di rigori. Ed è proprio su rigore che la squadra di Borgagni la sblocca: Lentini viene sgambettato in area poco oltre la mezz’ora e dal dischetto De Lucia è perfetto. Miori, che già si era fatto pericoloso in mischia nelle prime battute di gara, avvicina l’1-1 su angolo. La missione de La Fiorita si complica ulteriormente in chiusura: la difesa di Lasagni legge male il rinvio lunghissimo di Simoncini e Lentini sceglie un dolce pallonetto per mettere in porta il pallone del raddoppio. Al 54’ il 3-0, che passa sempre dai piedi di Lentini: è lui a condurre il contropiede 3 contro 2 che transita sui piedi di Dolcini prima di concludersi in rete dopo la deviazione di Gjurchinoski: sapientissimo il suggerimento mancino del giovane sammarinese a beneficio del croato, che arriva coi tempi giusti sul secondo palo e non deve fare altro che spingere in fondo al sacco. La reazione de La Fiorita porta subito Guidi davanti a Simoncini dopo il tocco smarcante di Lunadei: decisivo il portiere sammarinese nel fermare la conclusione ravvicinata dell’attaccante avversario. Un paio di minuti dopo, altra occasionissima per Guidi: lo schema su punizione libera 20 davanti alla porta, ma la conclusione è affrettata e la palla finisce lontana dai pali. Il forcing de La Fiorita produce, nello scorcio finale, soprattutto una conclusione da lontano di Errico respinta da Simoncini, oltre ad un destro dal limite di Gasperoni, nel recupero, che si infrange a sua volta sui guantoni del numero 1 di Borgagni. La Fiorita dovrà scalare un vero e proprio Everest, mercoledì, per continuare la difesa del titolo.

Più o meno lo stesso vale per il Domagnano, superato 2-0 dalla Folgore in un match a lungo giocato in inferiorità numerica dai Lupi. Al pronti-via della gara di Acquaviva c’è subito bisogno di un intervento salvifico di Colonna, abile a schermare Fedeli nel tu per tu. Poi il Domagnano cresce, ma al 22’ rischia tanto su un colpo di testa di Fedeli dopo preciso cross di Golinucci: la palla sorvola la traversa di poco. La risposta del Domagnano è in una fuga di Bara sulla destra con sapiente appoggio arretrato per Brighi: l’88 calcia di prima ma trova sulla traiettoria Hirsch. Poco dopo, Nucci pennella il cross dalla destra e sul secondo palo sbuca Pasini, che cade a contatto con Grieco. Per l’arbitro è rigore: Colonna ferma la prima conclusione di Docente, poi non può nulla sul ritorno del numero 9, che può raccogliere il pallone vagante ed insaccare da un metro. Il gol aumenta la spinta della Folgore, che in capo a 3’ raddoppia. Pasini si coordina alla perfezione dal limite: il suo mancino di prima intenzione, forte e teso, non dà scampo a Colonna, che però si lamenta con l’arbitro, al pari dei compagni, per un fuorigioco di Dormi che viene giudicato non influente. La Folgore avvicina il tris con un diagonale mancino di Docente che esce di un nulla dal palo lontano. Dall’altra parte, Gueye può bloccare in scioltezza il mancino potente ma centrale di Gaiani su invito di Bara. In chiusura di tempo, altro passaggio chiave del match: Parma alza la gamba nel contrasto con Pasini e l’arbitro decide che si tratta di un intervento da rosso diretto. Il Domagnano, furioso, conduce lo 0-2 fino all’intervallo. Riorganizzate le idee, gli uomini di Mancini tentano di risalire la china nella ripresa, scontrandosi con una Folgore che si chiude con ordine e prova a rendersi pericolosa in contropiede. Angelini per due volte cerca la porta di Gueye con iniziative personali concluse calciando senza il necessario veleno. È invece pericoloso, eccome, il destro dalla distanza di Morena, che Gueye sventa con una parata a terra in bello stile e complicata dal fatto che il pallone avesse rimbalzato sul terreno reso scivoloso dalla pioggia. La Folgore non affonda con particolare convinzione. Nel recupero, Giardi si gira bene in area e coglie l’esterno della rete, mentre il Domagnano ci prova un’ultimissima volta con Morena su punizione: il destro del 14 è ben indirizzato, ma il volo di Gueye nega ai Lupi una rete che avrebbe reso meno amara la domenica e, soprattutto, più semplice la missione rimonta.

Questo il programma delle semifinali:

LA FIORITA
Vivan, Gasperoni, Brighi (dall’86’ Santi), Miori, Grandoni, Errico, Loiodice (dal 69’ Gregori), Zafferani (dal 52’
Lunadei), Pancotti (dal 52’ Serra Sanchez), Zulli, Guidi
A disposizione: Venturini, Bonifazi, Votino
Allenatore: Oscar Lasagni
TRE FIORI
S. Simoncini, Della Valle, Adami Martins, Grani, Censoni, Pracucci, De Falco (dall’81’ Ciccione), Tamagnini, Dolcini, Gjurchinoski, Lentini (dall’88’ Astolfi)
A disposizione: Castagnoli, Ramundo, Savastano
Allenatore: Gian Luca Borgagni
Arbitro: Luca Barbeno
Assistenti: Francesco Lunardon, Salvatore Tuttifrutti
Quarto ufficiale: Giacomo Cenci
Ammoniti: Brighi, Pracucci, Loiodice, Gjurchinoski
Marcatori: 32’ De Falco, 42’ Lentini, 54’ Gjurchinoski

FOLGORE
Gueye, Hirsch, Massari, Bonini (dall’80’ Spighi), Sottile, Nucci, Golinucci (dall’85’ Giardi), Pasini (dal 76’ Aluigi), Dormi, Docente, Fedeli
A disposizione: Mignani, G. Francioni, Sabbadini, Cerquetti
Allenatore: Omar Lepri
DOMAGNANO
Colonna, Averhoff (dal 59’ Faetanini), Mazzavillani, Parma, Olivieri, Grieco, Bara, Gaiani, Brighi (dal 78’ Ricchi), Morena, Angelini
A disposizione: Ermeti, A. Francioni, Semproli, Ceccaroli
Allenatore: Massimo Mancini
Arbitro: Domenico de Girolamo
Assistenti: Andrea Guidi, Giovanni de Girolamo
Quarto ufficiale: Alessandro Vandi
Ammoniti: Colonna, Faetanini, Sottile, Grieco, Pasini
Espulsi: Parma (rosso diretto)
Marcatori: 28’ Docente, 31’ Pasini
Note: al 28’ Colonna para un calcio di rigore a Docente

FSGC | Ufficio Stampa