Indietro
sabato 21 maggio 2022
menu
Campionato Sammarinese

Cailungo e Juvenes-Dogana, una è di troppo

In foto: ©FSGC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 12 apr 2022 18:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Due turni infrasettimanali per chiudere la stagione regolare di campionato, entrambi da disputarsi eccezionalmente nelle serate di mercoledì e giovedì, visto l’approssimarsi del fine settimana pasquale. I due anticipi di domani sera, promettono di sviluppare importanti risultanze in merito alla corsa al primato ed al dodicesimo posto.

Tre Penne e La Fiorita tornano a giocare lo stesso turno per l’ultima volta in stagione, visto che il club di Città
riposerà alla trentesima giornata. Con due punti di vantaggio sulla rivale di Montegiardino, gli uomini di Ceci potranno chiudere in testa solo vincendo domani col Faetano (Acquaviva, 21:15) e aspettandosi che La Fiorita non faccia altrettanto giovedì con il Pennarossa o la prossima settimana col Fiorentino. Non è da scartare l’ipotesi di arrivo alla pari, qualora il Faetano esca imbattuto domani: in tal caso, sarebbe La Fiorita – in virtù degli scontri diretti a favore – a chiudere al primo posto la regular season. Unico assente, causa squalifica, è il tecnico del Faetano Danilo Girolomoni, che salterà le ultime due giornate ed anche altrettante sfide del Turno Preliminare. I Gialloblù sono matematicamente tagliati fuori dalla corsa al quarto posto, visto che il Tre Fiori – eventualmente raggiungibile – ha dalla sua due vittorie su due, nei precedenti stagionali.

A Montecchio, sempre domani sera, Juvenes-Dogana e Cailungo si affronteranno per stabilire chi sarà l’ultima pretendente al dodicesimo posto – oggi occupato dal Murata. Separate tra loro di una sola lunghezza in classifica, pareggiare significherebbe escludere entrambe: questo perché il Murata può vantare gli scontri diretti a favore col Cailungo, unica in grado di arrivare ad impattare in caso di parità nel confronto tra inseguitrici. La Juvenes-Dogana, comunque obbligata a vincere le prossime due partite per sperare, sarebbe dentro al Turno Preliminare se contestualmente il Murata non dovesse battere la Virtus nell’ultima giornata di campionato. Appiedato dal giudice sportivo, l’ex di turno, Filippo Quaranta.

Più distante il San Giovanni, imprendibile per la Juvenes-Dogana – non fosse altro per gli scontri diretti a favore della squadra di Tognacci. Avversario di turno l’imprevedibile Fiorentino, forte del quinto attacco del torneo. Due terzi della produzione offensiva degli uomini di Malandri risiede nel duo marocchino composto da Ben Kacem e Abouzziane: è Rossoblù, infatti, l’unica coppia di marcatori in doppia cifra in campionato. In vista dell’ultima giornata con La Fiorita, Malandri dovrà gestire anche le diffide di Castellazzi e Baizan – con l’obiettivo evidente di non dovervi rinunciare nelle sfide determinanti del Turno Preliminare. Stesso discorso per Montebelli del San Giovanni, detto che i Rossoneri non possono ancora pensare di alzare il piede dall’acceleratore.

La Fiorita-Pennarossa, programmata per giovedì a Dogana (ore 21:15), mette sul piatto le residue speranze degli uomini di Andy Selva – grande ex della partita – di avvicinare o superare il Tre Fiori al quarto posto. Due i punti che le separano, tanti quanti quelli recuperati dalla squadra di Chiesanuova nelle ultime cinque giornate. Sicuri assenti Michelotti e Baldani, entrambi per il Pennarossa, incorsi in somma di ammonizioni nel recente successo ai danni della Libertas. Dovrà fare a meno di due giocatori anche Borgagni, a corto di Lentini e De Falco.

Il Tre Fiori è chiamato a giocarsi le proprie chance di ipotecare l’approdo ai play-off nello scontro diretto con la Virtus che lo precede di tre punti. I Neroverdi, senza l’ex Apezteguia e Magri a disposizione (squalificati), potrebbero farsi bastare anche un pareggio per raggiungere quota 50 e puntare a non essere superati dal Murata nell’ultima di campionato. Il che, significherebbe festeggiare l’approdo al terzo posto e soprattutto ai play-off in forma diretta. Diametralmente opposto il periodo attraversato dalle due squadre, con la Virtus in grado di produrre 7 punti in più del Tre Fiori nelle ultime tre giornate, operando e consolidando il sorpasso.

Ormai destinate al Turno Preliminare, Libertas e Domagnano si scontreranno per tentare di migliorare la propria classifica e beneficiarne in sede di accoppiamenti post-season. Fronte granata si rileva l’assenza di Cuomo, squalificato al pari di Brighi e Angelini nel Domagnano. Per questi ultimi, l’unico obiettivo raggiungibile ad oggi è il nono posto del Fiorentino, mentre il club di Borgo Maggiore potrebbe pensare di scavalcare il Faetano al sesto, preoccupandosi anche di tenere alle spalle la Folgore – distante un punto. I campioni in carica sono attesi dal derby con il Cosmos, ancora a secco di successi in stagione. I Gialloverdi di Gori hanno a disposizione due gare per rimuovere lo zero dalla colonna delle partite vinte e tenteranno di tamponare un’emorragia di sconfitte che ha toccato quota cinque partite consecutive e ventuno nel torneo. La Folgore, dal suo canto, può e deve vincere le ultime due gare di stagione regolare per pensare di superare la Libertas (con cui giocherà l’ultima di campionato) ed il Faetano, atteso dall’ultimo turno con il Cailungo ma ben più distante del club di Borgo Maggiore.

Questo il programma della 29a giornata di campionato:

FSGC | Ufficio Stampa