Indietro
venerdì 27 maggio 2022
menu
le tempistiche

Piscina a Viserba, avanti col progetto. Amministrazione e comitato a confronto

In foto: il parco
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 3 mar 2022 12:47 ~ ultimo agg. 16:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad e gli assessori Roberta Frisoni e Mattia Morolli hanno incontrato alcuni rappresentanti del Comitato contrario alla realizzazione della nuova piscina comunale al Parco don Tonino Bello di Viserba. Il comitato ha da tempo espresso preoccupazioni in particolare per il futuro del verde e per l’impatto del traffico.

L’incontro di ieri è stato il primo dall’insediamento della nuova amministrazione comunale. già si era svolto negli ultimi mesi un percorso tra cittadini, associazioni sportive, istituti scolastici, promossi per condividere sia sotto il profilo della futura gestione dell’impianto sia sotto il profilo delle scelte architettoniche il progetto del nuovo polo natatorio pubblico della città, individuato a Viserba dopo le note traversie di quello nella zona del Palacongressi.

L’Amministrazione Comunale ha confermato la volontà di procedere con il progetto nella localizzazione scelta e ha tracciato una road map: da pochi giorni è stata aggiudicata la progettazione architettonica, strutturale ed impiantistica ad un raggruppamento di imprese guidata da Società Settanta7 e Progetto CMR che lavorano a livello internazionale con progetti di rilievo architettonico di ampia scala, nell’ambito dell’edilizia scolastica, sportiva e civile. La fase di progettazione e l’iter autorizzativo previsto dalla legge si dovrebbe completare entro l’estate, per procedere poi alla gara d’appalto, con l’obiettivo di avviare il cantiere entro la fine del 2022.

Nel corso dell’incontro sindaco e assessori, insieme alla dirigente responsabile del procedimento Chiara Fravisini hanno sottolineato le caratteristiche dell’intervento per l’area e per Rimini, ribadendo che il progetto, oltre ad andare a colmare una lacuna per la dotazione di impiantistica sportiva della città e arricchire la zona nord di ulteriori funzioni e servizi, consentirà una importante riqualificazione dell’area del parco interessata dall’intervento. La piscina è stata progettata a impatto ‘quasi zero’ (nearly zero Energy building), ad alta sostenibilità energetica e con soluzioni sostenibili e green, integrandosi nel contesto circostante attraverso la progettazione del verde.

Oltre alla riqualificazione dell’area verde, è previsto l’inserimento di ulteriori servizi e attrezzature come il campo da basket, il campo da calcetto, due aree sgambamento cani, un parco giochi inclusivo, un’area picnic collegata al ristorante e caffetteria interni all’impianto. L’area sarà dotata di un ulteriore parcheggio permeabile in aggiunta a quello già esistente.

Il sindaco ha garantito il coinvolgimento attivo del comitato attraverso un percorso partecipato nelle scelte sull’area verde che circonda l’impianto. Un intervento visto in un contesto unico con un quello vicino dell’ex corderia, e che a fianco del residenziale offrirà un grande parco urbano a disposizione di tutti, ampio quasi come otto campi di calcio. Per l’ex corderia sono da poco iniziati i lavori per le urbanizzazioni, che secondo l’accordo con il Comune devono precedere la realizzazione delle nuove palazzine.